Poncharal: “Valentino Rossi vuole un team MotoGP”

Valentino Rossi (©Getty Images)

Tech3 Yamaha ha già conquistato due podi in nove gare. Lotta costantemente per le posizioni di vertice con Johann Zarco e Jonas Folger che si contendono il titolo di rookie of the year. Fino allo scorso anno a Valencia il title sponsor Monster aveva preannunciato l’addio alla fine del 2017, ma adesso l’azienda sembra intenzionata a proseguire.

Merito dei grandi risultati raggiunti nella prima parte del Mondiale MotoGP. Herve Poncharal, in un’intervista a Crash.net, confessa: “A Valencia l’anno scorso il rappresentante Monster ci ha detto” grazie per quello che abbiamo fatto insieme negli ultimi nove anni. Il 2017 sarà il nostro ultimo anno perché vorremmo avere più visibilità e risultati migliori. Essere con una squadra factory”.

E invece le trattative per il rinnovo sembrano ben avviate, grazie a Zarco e Folger. Il francese ha catturato subito l’attenzione in Qatar, mettendosi davanti ai big per sei lunghi giri, fino alla caduta. Una delusione subito cancellata dalle successive prestazioni, fino al podio di Le Mans. Adesso sono in sesta e settima piazza in classifica piloti, entrambi riconfermati per il prossimo anno. E l’accordo con Yamaha è sottoscritto fino alla fine del 2018. “Ho sempre firmato un accordo di due anni [con Yamaha]. Così ho firmato l’anno scorso per il 2017 e il 2018”, ha confermato Herve Poncharal.

Il futuro del team satellite Yamaha

Tech3 ha le antenne alzate per un eventuale futuro ingresso in MotoGP di Valentino Rossi con un suo team. Già è approdato in Moto3 e Moto2, difficile immaginare che tra alcuni anni non voglia una squadra nella massima serie.  “Sentiamo spesso che Valentino Rossi vuole un team MotoGP”, ha detto Poncharal. “Lo ha negato, ma ci sono ancora voci e, avendo un team Moto3 e Moto2, avrebbe senso un giorno avere anche un team MotoGP. Non sono stupido!”.

Cosa accadrà dopo il 2018? Probabile che Valentino Rossi rinnovi un altro con Yamaha e chiuda la carriera alla fine del 2019. “L’unica cosa certa è che le sei squadre indipendenti (LCR, Pramac, Gresini, Tech3, Aspar e Avintia) hanno un contratto fino al 2021. Questo contratto dice che nessuno può entrare nel campionato con una nuova squadra. Se qualcuno vuole unirsi, deve acquistare una squadra esistente o fare un accordo con una squadra esistente”.

Quindi difficile immaginare l’ingresso di un team capitanato da Valentino Rossi prima del 2021. “Sarebbe impossibile per VR iscriversi nel 2019. A meno che tutti non accettino altre due moto – ha concluso il boss Tech3 -. Questo non succederà perché cadrebbe il tuo valore”.