Fernando Alonso: “McLaren deve chiarire subito il futuro”

Fernando Alonso (Getty Images)

La McLaren esce a mani vuote anche dal GP di Silverstone. Stoffel Vandoorne ha chiuso 11°, mentre Fernando Alonso si è ritirato a metà gara. In dieci gare la McLaren ha incassato solo due punti in classifica costruttori e due in classifica piloti con lo spagnolo. Tra due settimane si corre a Budapest, poi la tradizionale pausa estiva. In quel time out la scuderia di Woking dovrà chiarire cosa intende fare per il 2018, di conseguenza Alonso dovrà scegliere se proseguire con il team britannico o tastare altre strade, non ultima l’uscita dalla Formula 1.

Impossibile augurarsi di meglio da qui a due settimane per il GP d’Ungheria. Per Fernando Alonso si è trattato del quinto ritiro stagionale, una situazione troppo imbarazzante per un ex campione in cerca di tornare nelle posizioni che contano. Con il contratto in scadenza a fine anno valuta ogni ipotesi, ma Mercedes, Ferrari e Red Bull gli hanno sbarrato le porte. Ultima possibilità è sperare che McLaren decida di affidarsi al motore Mercedes, anche se il divorzio imminente da Honda pare improbabile.

Il pilota spagnolo dice di sostenere qualsiasi decisione McLaren, ma spera che la squadra possa decidere quanto prima il suo futuro. “È su di loro, ma sicuramente prima si decide meglio è per una preparazione migliore per l’anno successivo. Quindi suppongo che cercheranno di prendere subito una decisione “. Non ci sono dubbi che il punto debole sia il motore Honda. Alla domanda se la McLaren avrebbe combattuto davanti con un motore Mercedes o Ferrari, Alonso risponde con diplomazia. “Chi lo sa? È difficile immaginare combinazioni diverse di automobili e motori, ecc. Ma penso che abbiamo identificato molto chiaramente ciò che necessitiamo, quindi se possiamo migliorare – ha aggiunto Fernando Alonso – possiamo essere competitivi”.

Un lavoro non certo a breve termine, con il GP d’Ungheria in cantiere fra meno di due settimane. “Abbiamo bisogno di guardare la realtà e la realtà è tra 15 giorni. L’Ungheria è una buona opportunità per noi, quindi speriamo che possiamo fare meglio”. A Silverstone, dopo la partenza dall’ultima fila, è stato forse meno doloroso ritirarsi che chiudere fuori dalla zona punti. “Purtroppo abbiamo avuto un altro problema – ha concluso Fernando Alonso -. Penso che sia la pompa di carburante, spero non abbia danneggiato il motore e che possiamo usare questo motore in futuro”.

Luigi Ciamburro

 



Altre Notizie