Toto Wolff: “Sostituzione del cambio per lottare con Ferrari”

La Mercedes di Valtteri Bottas (©Getty Images)

Mercedes alle prese con problemi al cambio. Prima è successo a Lewis Hamilton in Austria, adesso a Valtteri Bottas a Silverstone. Toto Wolff assicura che si tratta di manovre di ordinaria routine che servono nella lotta con la Ferrari.

Cinque posizioni in griglia sono un penalty di non poco conto, che costringono a rinunciare alla vittoria. Ma a conti fatti per i tecnici Mercedes non c’è miglior soluzione. Dal 2014 la Freccia d’Argento era parsa la monoposto invincibile e impeccabile, ma lo sviluppo strepitoso della Ferrari ha costretto a spostare in avanti l’asticella delle prestazioni.

La scuderia tedesca adesso è costretta ad ammettere che la sostituzione del cambio è un segnale preoccupante in questa fase di campionato. “Stiamo cercando di spingere in ogni area, di estrarre le massime prestazioni ovunque sia possibile e qualche volta siamo andati anche oltre. Abbiamo danneggiato entrambe le trasmissioni a Baku e speravamo di sostituire il cambio dopo Budapest con Valtteri, ma non abbiamo voluto rischiare”.

Una gara chiusa con zero punti può essere fatale per la Mercedes costretta ad inseguire. “Adesso entrambi i cambi sono stati cambiati e messi in sicurezza – ha sottolineato Toto Wolff -, quindi non dovremmo più avere questi problemi. Ma è solo la nuova realtà e non devi lasciare nessuna dettaglio al caso per trovare prestazioni”.

Non avere problemi futuri con il cambio non vuol dire che le prestazioni della W08 saranno migliori. “Purtroppo il cambio è piuttosto un’area matura e non c’è molta prestazione che puoi estrarre”, ha aggiunto il boss Mercedes. “Quindi non è un grande differenziatore delle prestazioni. Tuttavia, lo abbiamo provato per massimizzarlo”. Nulla può essere lasciato al caso, ogni minimo dettaglio deve essere focalizzato nella serrata sfida contro la Ferrari. Anche a costo di dover cedere posizioni in griglia di partenza per due gare consecutive.