Sebastian Vettel: “Impossibile battere Hamilton”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Il risultato poteva sembrare quasi scontato considerato che la Mercedes aveva dominato tutte le sessioni di libere ed infatti la pole position di Hamilton davanti ad un pubblico di Silverstone osannante come meritano i grandi divi, non ha sorpreso. Tuttavia la prestazione del pilota di Stevenage ha lasciato molti a bocca a aperta per un aspetto. Il riscontro cronometrico. Quell’1’26″600 stratosferico data la pioggia caduta nei minuti appena precedenti al semaforo verde e le temperature non certo ottimali per le coperture.

Sarà per questo che Sebastian Vettel, terzo alle spalle del compagno di squadra Raikkonen è apparso tra il soddisfatto e il rassegnato. “Forse il distacco che mi ha inflitto Lewis non è reale, però non credo che sarei stato in grado di batterlo. Domani invece sarà un’altra storia. In gara solitamente siamo più competitivi, dunque mi aspetto di poter lottare con le Frecce d’Argento. Di certo se ci saranno delle opportunità farò di tutto per mettergli pressione”.

“Oggi la macchina si è comportata in maniera perfetta. Soltanto nel Q3 ho avuto difficoltà nel primo settore a causa delle gomme e del traffico, quindi sono contento”. Ha infine analizzato il tedesco.

Meno espansivo ma quasi sollevato per la seconda piazza conquistata e per essersi messo dietro il #5, che molti danno come unica pedina utile per la Ferrari Kimi Raikkonen. “Le condizioni era abbastanza insidiose, ma sul finale andava decisamente meglio (ndr. in Q1 si è disputato come gomme intermedie, mentre si è concluso con le supersoft o soft). Non ho ancora guardato il gap dalla Mercedes, ad ogni modo il target resta di dare il 100%”.

Quindi sollecitato pure lui circa la possibilità di essere più vicino in corsa alla scuderia di Stoccarda, giusto non risultare scontato Iceman ha risposto laconico e tra le risate di tutti: “No. In realtà come ha detto il mio compagno lo scopriremo solo domani”.

Chiara Rainis