Robert Kubica nel suo futuro irrompe la Ferrari?

Robert Kubica e Sebastian Vettel (Fotomontaggio)

Robert Kubica ha un conto in sospeso con la Formula 1. Pilota veloce e di assoluto talento ha visto i propri sogni spegnersi nel febbraio 2011, in seguito ad un brutto incidente avvenuto durante il Rally di Ronde di Andora. Il polacco arrivava da una buona stagione in Renault ed era in quel momento vicinissimo alla Ferrari che lo aveva designato come sostituto di Massa a fare compagnia all’amico di sempre Fernando Alonso a Maranello.

Il suo score in Formula 1 è davvero importante. Su 77 Gran Premi disputati, infatti, Robert Kubica ha vinto una gara e ha conquistato ben 12 podi pur non avendo praticamente mai guidato una delle monoposto dei top team. Dopo il terribile incidente che ne aveva messo a repentaglio anche la vita, il polacco ha cominciato un lento processo di riabilitazione, che sembra ormai giunto al termine.

Il futuro si tinge di Rosso

I test effettuati recentemente con Reanult hanno dimostrato che Robert Kubica non ha dimenticato per niente come si guida un’auto da Formula 1. Come riportato da “TuttoSport”, questo naturalmente riapre scenari inaspettati nel mercato piloti. Il polacco, infatti, sembra ormai pronto a ritornare, ma ha bisogno di una vettura.

La logica vuole che ritorni a bordo di una Renault, visto che il team francese in questi mesi gli è stato molto vicino e il direttore della squadra transalpina ha recentemente dichiarato: “Non c’è nessun ostacolo al suo rientro in attività”. Robert Kubica ha la spinta di un intero paese, la Polonia, e una storia che affascina e interessa i media. Chiunque decidesse di scommettere su di lui quindi si ritroverebbe con un bel ritorno d’immagine.

L’acquisto di Robert Kubica quindi oltre all’indubbio valore tecnico potrebbe rappresentare anche una grandissima operazione di marketing. La Renault però non è l’unica interessata a Kubica. La Ferrari ha problemi con Raikkonen, mai in palla in questa stagione e l’ipotesi del pilota polacco potrebbe interessare parecchio Maranello per svariate ragioni. Per prima cosa è un driver che è sempre piaciuto al Cavallino Rampante. L’operazione si marketing potrebbe fare gola a Marchionne e infine, cosa più importante stiamo parlando di un pilota velocissimo, potenzialmente da titolo, che però visti i fatti si accontenterebbe di fare per un po’ da scudiero a Vettel.

Antonio Russo