MotoGP, Aprilia prepara un motore più potente

Aleix Espargaro (Getty Images)

L’arrivo di Aleix Espargarò in Aprilia sta regalando le prime soddisfazioni al team di Noale. Quasi sempre competitivo sul giro secco, quattro volte nella top 10 in nove gare, inizio di stagione sfavillante con la sesta piazza in Qatar. A mettergli un bastone tra le ruote la parte tecnica della sua RS-GP 2017.

A Le Mans si è reso protagonista di una splendida rimonta dal 18° all’8° posto, ma a cinque giri dal traguardo la moto si è spenta. In Catalunya, partito dalla seconda fila, si è dovuto fermare dopo otto giri. Ma l’Aprilia comincia a far sentire la sua presenza in MotoGP e chiude la prima metà di campionato con un sorriso. “E’ stata una stagione soddisfacente in termini di prestazioni pure e in gara alcune volte siamo andati molto forte”, ha dichiarato Romano Albesiano in un’intervista a ‘Motogp.com’.

Il gap dagli avversari si è notevolmente accorciato rispetto a un anno fa, ma serve costanza nei risultati. Per il 2018 lo spagnolo viene riconfermato a pieni voti. “Aleix è un pilota di grande esperienza. Lui può immediatamente fare una buona prestazione”. Finora ha raccolto 32 punti in campionato e sembrano lontani i tempi di Aprilia come fanalino di coda. Ma resta più difficile la situazione di Sam Lowes, in grado di chiudere in zona punti solo una volta in nove gare. “Per Sam è la prima stagione, non è facile per lui, ma ha lanciato un paio di buoni segnali. Pertanto, siamo fiduciosi…”.

Dopo la pausa estiva Aprilia dovrebbe scendere in pista con aggiornamenti tecnici di un certo rilievo. “Ci aspettiamo per il resto della stagione un altro passo avanti in termini di prestazioni del motore – ha concluso Romano Albesiano -. Ora siamo pronti. Crediamo quindi di essere competitivi su circuiti che richiedono prestazioni del motore”.