Stoner-Ducati aria di crisi. Dall’Igna: “Troppo lontano”

Casey Stoner (©Getty Images)

Il rapporto di collaborazione tra Ducati e Casey Stoner potrebbe essere al capolinea. Le voci del divorzio si rincorrono da settimane, ma adesso arriva una prima mezza conferma da Gigi Dall’Igna.

L’ultima apparizione in sella alla Desmosedici risale al maggio scorso, quando l’ex campione australiano ha girato al Montmelò. Ma si trattò di appena mezza giornata in tre giorni. Apparizioni sporadiche, rifiuti continui ad una wild card e scarsa vicinanza al gruppo sono gli elementi che potrebbero essere alla base della quasi certa separazione. Caratteristiche totalmente opposte a quelle dell’altro collaudatore, Michele Pirro, a completa disposizione della Ducati e in ogni occasione sempre velocissimo.

Anche Jorge Lorenzo aveva fatto trapelare qualche malumore sulla scarsa presenza di Casey Stoner al box Ducati. Probabilmente non ha mai digerito il rifiuto alla proposta di essere il suo coach. Uno più uno e la separazione è servita. Nel corso di un’intervista a Manuel Pecino, che a breve sarà pubblicata su Sport Rider, Gigi Dall’Igna lancia messaggi ermetici…

“Tutte le famiglie felici hanno i loro momenti di discussione. Penso che sia parte della natura umana, ma se le cose rimangono entro i limiti normali, ci aiutano a diventare più forti. Ma non posso dire che tutto è stato e sarà meraviglioso. A volte si verificano discussioni, perché penso che è meglio fare una certa cosa e la vostra opinione è che questo dovrebbe essere fatto in modo diverso. Ma come ho detto, penso che ci sono situazioni che, alla fine, ti aiutano a capire meglio le cose”.

Nei rapporti d’amore la lontananza può inizialmente rendere più solido un rapporto, ma alla lunga corrode. “Il grosso problema con Casey è che lui è in Australia e noi siamo in Europa. E’ difficile tenerlo informato, e, talvolta, incomprensioni o una situazione difficile cambiano le cose in una “crisi”. Penso che se fosse in Europa o se fossimo stati in Australia, tutto sarebbe più facile”. Parole che lasciamo presagire che forse non rivedremo più Stoner in sella alla Ducati.