MotoGP, Yamaha pronta a gestire la guerra Rossi-Vinales

Maverick Vinales e Valentino Rossi (©Getty Images)

In casa Yamaha sanno come gestire le tensioni dopo sette stagioni ad alta tensione tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Finora tra il Dottore e Maverick Vinales pochi screzi in pista, quasi nulla. Ma ben presto la bagarre potrebbe accendersi nel finale di corsa iridata. Divisi da appena 5 punti, entrambi possono lottare per il Mondiale. E ai box c’è qualcuno che già pensa a come tenere a bada gli animi.

Sono lontani i tempi del muro nel box. Dopo i fatti di Sepang l’aria era divenuta irrespirabile, tanto da spingere Lorenzo a tentare la fortuna in Ducati pur di cambiare atmosfera. Del resto alla casa di Iwata non è mai scesa già la sua irruzione a gamba tesa tra Marquez e Rossi. Una spaccatura andata avanti diplomaticamente per tutto il 2016.

Non si escludono attriti tra i due alfieri Yamaha, perchè quando c’è in gioco il titolo di campione del mondo è facile lasciar predominare l’istinto. Finora non c’è stato nessun incidente in pita tra Valentino e Maverick. Il duello si è riscaldato solo nelle fasi finali di Le Mans, con il Dottore finito sull’asfalto dopo una intrepida sfida per la vittoria.

Un’altra scena controversa ha avuto luogo nelle qualifiche di Austin. Il pesarese ha allargato leggermente la traiettoria in curva 11, sfiorando il compagno di squadra che stava spingendo forte. Lo spagnolo si è alzato sui pedale, alzando un braccio e inveendo contro Rossi. Ma dopo la Q2 tutto si è chiarito con buona pace di Yamaha. “Spero continui così fino a quando uno dei due non si fermi”, ha dichiarato ironicamente Massimo Meregalli a Motorsport-Total. “Se loro lavorano bene fa bene a tutta la squadra”.

Ma è da mettere in preventivo che possano cacciare gli artigli nel finale di stagione, soprattutto se saranno in corsa per il Mondiale fino alle ultime gare. “Se dovesse succedere qualcosa tra i due, si spera avvenga in pista e non nel box. Se si dovesse arrivare a questo cercheremo di gestire la situazione”.

L.C.