MotoGP, Casey Stoner: “Vinales non è una sorpresa”

Casey Stoner
Casey Stoner (©Getty Images)

Maverick Vinales con il passaggio in Yamaha si è iscritto alla lista dei piloti in lotta per il titolo MotoGP. Aveva fatto intravedere il proprio talento in Suzuki, però salire sulla M1 ha cambiato le sue ambizioni.

Fin dai primi test ha dimostrato di essere forte. Ha sorpreso la sua rapidità nell’adattarsi a una moto mai guidata prima. Non che vi fosse un abisso rispetto alla GSX-RR, però si tratta comunque di mezzi diversi. Lui ha trovato subito il giusto feeling e non ha nascosto le sue ambizioni iridate. Valentino Rossi, dopo aver salutato Jorge Lorenzo, si è ritrovato nel box un altro compagno fortissimo.

MotoGP, Maverick Vinales sorpresa oppure no?

C’è chi è rimasto sorpreso e chi invece no dal vedere Maverick Vinales così competitivo. Tra coloro che non sono stupiti dallo spagnolo c’è Casey Stoner. Questo il suo commento, ripreso da Speedweek.com: “Tutti hanno potuto vedere nel corso dell’ultimo anno ciò che è in grado di fare Maverick. Quindi non è una sorpresa ciò che lui ha fatto. Soprattutto non dopo aver dominato tutta la pre-stagione”.

Tra gli ex piloti sorpresi dal rendimento dello spagnolo c’è invece Giacomo Agostini: “L’anno scorso ho pensato che lui fosse un buon pilota, ma non come ha dimostrato adesso. Lui è molto, molto forte. Le persone in Yamaha sono felici, perché lui rimane sempre calmo ed è intelligente. Ha il talento. Ma si vede che ha ancora bisogno di più esperienza”.

Kevin Schwantz, leggenda della Suzuki e del Motomondiale, si è così espresso su Vinales: “Ci aspettavano che avesse la velocità per vincere più gare. La domanda era se avesse la tattica di gara di ragazzi come Rossi o Márquez che guidano da molto più a lungo MotoGP di lui. Ma ha mostrato già dall’inizio della stagione che di essere veloce, costante e calmo”.