MotoGP, Zeelenberg: “Vinales sarà campione del mondo”

Maverick Vinales (©Getty Images)

Dopo sette stagioni la fianco di Jorge Lorenzo, l’ingegnere Wilco Zeelenberg adesso ha l’opportunità di lavorare con Maverick Vinales. L’analista di pista della Yamaha si dice certo che lo spagnolo presto diventerà campione del mondo. Il suo stile di guida consente ai tecnici di poter lavorare più facilmente sul set-up della M1, meglio di quanto riuscivano a fare con Jorge Lorenzo. Ma per ambire al titolo iridato bisognerà trovare delle soluzioni sulle gomme Michelin, soprattutto al posteriore su alcuni circuiti.

Maverick Vinales è l’unico pilota MotoGP ad aver vinto tre GP in questa stagione. Nonostante qualche problema di troppo con i pneumatici Michelin, il fenomeno di Figueres ha mantenuto la leadership fino al Sachsenring, per poi cederla a Marc Marquez. Eppure resta il grande favorito nella corsa al titolo mondiale.

“Non c’è dubbio che diventerà campione del mondo. Resta da vedere solo quando – ha detto Wilco Zeelenberg a Crash.net -. Ma sarà una persona chiave per i prossimi anni in MotoGP. Il suo atteggiamento è molto maturo. Ascolta attentamente ed è molto desideroso di imparare, di migliorarsi. Perché abbiamo molta esperienza con questa moto. Oltre ad alcuni esempi di quest’anno – in condizioni di caldo e basso grip – siamo riusciti a migliorare la moto passo dopo passo”.

Vinales, Lorenzo e Rossi: tre stili diversi

Sette anni con Jorge Lorenzo, impossibile non azzardare un confronto tra i due piloti della Top Class. “Jorge è molto scorrevole, calmo e gentile sul davanti. Maverick è più aggressivo sul pneumatico anteriore, ma soprattutto con la Michelin, lo fa funzionare un po’ meglio. E’ in grado di frenare un po’ più tardi e più in profondità nelle curve. E usa la sua posizione del corpo meglio di Jorge… Così rende il nostro set-up di base un po’ diverso da quello di Jorge. Con Jorge abbiamo lottato talvolta per rendere la moto corretta in frenata, perché non abbiamo potuto fare le stesse cose con il set-up che possiamo fare ora con Maverick. Perché Jorge non frenava così forte e tardi”.

Molti dei problemi riscontrati con Jorge Lorenzo adesso sono svaniti con l’arrivo di Vinales. Allo stesso tempo il suo stile di guida è differente anche da quello di Valentino Rossi. Non a caso si sono trovati poco d’accordo sull’adozione del nuovo telaio. “Maverick è forte, quindi utilizza molta forza corporea per cambiare la direzione della moto. Ma in un modo diverso da Vale. Vale è alto e sottile. Quindi le dimensioni del corpo sono diverse. Lamentano di cose diverse sulla moto, a causa dello stile di guida diverso”.