F1, Hamilton: “Sono incazzato”. Wolff: “L’abbiamo deluso”

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Alla Mercedes aleggiano atmosfere diverse. C’è soddisfazione per la seconda vittoria stagionale di Valtteri Bottas, amarezza per la sostituzione del cambio di Lewis Hamilton. Il diretto inseguitore di Vettel lascia l’Austria con un beffardo quarto posto dopo essere stato costretto a partire ottavo.

“Incazzato” è il termine che meglio descrive lo stato d’animo del pilota inglese, perchè al Red Bull Ring ha perso punti preziosi in ottica iridata. Adesso la capolista Ferrari è a +20. Per demeriti non certo suoi, la sfortuna stavolta l’ha beccato in pieno. “20 punti dietro… Non mi sembra molto, ma potevano essere 30 o 40 metri. Penso che abbiamo operato con successo il controllo dei danni, ho preso il massimo dei punti,” ha detto Lewis Hamilton.

Non può esserci soddisfazione dopo un week-end iniziato con una falla. “Siamo onesti, ogni pilota la penserebbe così. Secondo o quinto non cambia, sono incazzato, perchè alla fine hai lavorato tanto. Ci si allena e sacrifica tutto per assicurarsi di portare i migliori risultati”. A Baku ha perso una vittoria quasi certa per un problema alla protezione della testa, adesso ci si è messo il cambio.

20 punti possono essere ribaltati anche in una sola gara. Ma più aumenta il gap più aumenta la pressione. Tra pochi giorni si ritorna subito in pista e ci sarà l’occasione del riscatto. “Spero di poter usare Silverstone come trampolino di lancio per la seconda metà della mia stagione”.

Dalla sua parte Toto Wolff che ha apprezzato la tattica di Lewis nel limitare i danni. “Si sente come in una sconfitta. Non sta vivendo i suoi giorni migliori. Quando sei competitivo come a Spielberg, poi si sente semplicemente male quando si verifica un tale giorno”, ha spiegato il boss Mercedes. “A Baku perde la partita per una piccola cosa… L’abbiamo deluso con il supporto del collo, l’abbiamo deluso con la scatola del cambio, ora è il momento di combattere”.