Brutto incidente per Carl Fogarty: “Non correrò più”

Carl Fogarty (©Carl Fogarty Twitter)

Potrebbe essere arrivata al capolinea la carriera di uno dei centauri più amati di sempre, quel Carl Fogarty quattro volte campione del mondo Superbike (1994,1995,1998,1999) con la Ducati. “Pensionato” dal 2001 il 52enne, come molti altri pazzi per le moto mai davvero capace di dire basta, in tempi recenti aveva deciso di convertirsi alle gare su terra.

Ed infatti lo scorso weekend, presa in mano la sua cara Triumph, Foggy si è presentato a King’s Lynn, Inghilterra, per prendere parte alla Dirt Quake, manifestazione di flat track. Dopo aver dato spettacolo ed essersi messo alle spalle piloti di valore come Guy Martin e John McGuinness, nell’ultimo run di giornata il britannico è caduto alla curva 2 ad una velocità di 110 km/h.Sabalzato in aria dalla sua moto è poi finito rovinosamente al suolo. Trasportato immediatamente all’ospedale i medici hanno riscontrato la frattura di una spalla e di due costole oltre alla perforazione del polmone, un po’ sulla scia di quanto successo a Max Biaggi.

“Avevo vinto 5 delle 6 manche in programma e stava andando tutto molto bene. Però nell’ultima batteria ho avuto un ‘piccolo’ incidente”. Il racconto sui social network del rider di Blackburn.
“Devo ringraziare tutti i fan per i messaggi di supporto, eccetto la signora Fogarty, mia moglie Michaela, che in questo momento mi sta odiando. Prometto che non correrò mai più”. Ha infine rilanciato in un proposito che per ora nessuno sa se sarà preso sul serio visto che su Twitter ha scherzato sul numero di costole rotte in carriera.

Dal 2000 ad oggi questo è sicuramente l’incidente più grave capitato a Carl Fogarty. Sette anni fa il ko di Phillip Island lo costrinse ad abbandonare la WSB e a cedere la 996 R a un altro nome storico come Troy Bayliss.

Chiara Rainis