SUV entra in pista, tragedia sfiorata in F.4

photo Twitter

Nel corso delle prove della F4 a Oschersleben (Ger), un SUV ha attraversato la pista per recuperare una vettura. In quel momento Sophia Floersch stava passando con la sua monoposto e per un soffio non avveniva l’incidente. Ma dalla parte del torto è la pilota che non ha visto la bandiera rossa. Pena inflitta: 20.000 euro di multa (5.000 subito, 15.000 si discuterà nei prossimi giorni), ma non per la distrazione. Bensì per aver postato il video su Twitter con i diritti di immagine che sono esclusiva dell’organizzatore ADAC (Allgemeine Deutsche Automobil-Club).

Sono in molti a ritenere che il mancato rischio è da addebitarsi agli organizzatori. Sulla sua pagina Twitter ha infatti ricevuto molti messaggi di sostegno. Tra cui quello di Damon Hill che chiede agli organizzatori di dare spiegazioni esaustive di quanto accaduto. Un’altra buona parte, quella più maschilista, crede che le donne non dovrebbero correre in pista e che Sophia dovrebbe cambiare professione.

“Ero a 120 km/h quando la bandiera rossa è stata mostrato – ha detto la pilota a ‘Bild’ -. Quindi ho ridotto la velocità drasticamente. Altrimenti ero a 180 km/ in quel punto. Avrei potuto essere morta”. Il SUV stava andando a soccorrere una macchina che era finita nella ghiaia. “Ero sotto shock, ho pianto, non riuscivo a calmarmi. Per fortuna la mia famiglia era con me”, ha aggiunto Sophia Floersch. Tra l’altro il conducente del SUV non ha chiesto scusa, nè ha guardato chi sopraggiungeva prima di immettersi in pista.