GP d’Austria, Sebastian Vettel: “Un altro giro e vincevo”

Sebatstian Vettel (Getty Images)

Sebastian Vettel chiude secondo il GP d’Austria e mantiene la leadership del Mondiale con 20 punti di vantaggio dall’inseguitore. Bastava un giro in più per vincere al Red Bull Ring, ma Valtteri Bottas è riuscito a tenere dietro la Ferrari nonostante il problema di blistering alla gomma posteriore sinistra.

“Sebastian ha dimostrato che c’è, la Ferrari c’è, Kimi ha allargato in partenza, poi si è difeso bene. Quindi avanti così, ci vediamo a Silverstone”, ha detto Maurizio Arrivabene a Sky Sport. “Come ti sentiresti se tu arrivassi a solo mezzo secondo dal vincitore?”, dice Sebastian Vettel sul podio all’intervistatore. “Eravamo vicinissimi, mi è stato detto che aveva dei problemi e stavo spingendo e sono molto più contento della seconda parte della gara che della prima, dove ho avuto qualche problema. Appena abbiamo messo le gomme Super Soft la macchina si è ravvivata, abbiamo trovato un buon ritmo, abbiamo iniziato a recuperare e negli ultimi giri mi sono avvicinato”.

Nei giri finali un doppiaggio ha fatto perdere decimi preziosi alla Ferrari di Vettel, alla rincorsa della Mercedes di Valtteri Bottas. Ma ad una settimana dal GP di Silverstone il pilota tedesco mantiene ben salda la leadership in classifica piloti. “Credo che un doppiaggio con Perez mi ha fatto perdere un po’ di tempo, ma avevo bisogno di un altro giro. Potevo davvero vincere – ha concluso Sebastian Vettel -, ma è comunque un bel risultato”.