Battibecco Vettel-Bottas. Seb: “Falsa partenza”. Valtteri: “Start perfetto”

Sebastian Vettel e Valtteri Bottas (Getty Images)

Il Gran Premio d’Austria è stato deciso alla partenza con Valtteri Bottas autore di uno sprint impeccabile. Sebastian Vettel ha lamentato un’irregolarità pur dicendosi concorde con le decisioni FIA. Ma nel post gara non ha taciuto il suo punto di vista.

Sin dal primo giro ha segnalato al muretto Ferrari che Valtteri aveva anticipato la partenza. La FIA ha messo sotto investigazione il finlandese, per poi deliberare che era tutto in regola. Ma Vettel non ha cambiato idea: “Non riesco a cambiare idea, sono convinto che Bottas abbia effettuato una falsa partenza. Anche Daniel Ricciardo se ne è accorto. Ho avvisato via radio un paio di volte, ma per i commissari era tutto a posto. Alla fine, però, non sono io che devo giudicare”.

Seb giudica “inumano” lo start del vincitore del GP d’Austria. Del resto il tedesco ha avvertito un piccolo movimento della W08 che c’è stato, ma non è bastato ad attivare il sensore elettronico. Secondo la FIA Bottas avrebbe messo solo in tiro la frizione cercando il punto di stacco per partire al momento giusto. Il sensore di partenza ha sancito che il pilota nordico è riuscito a muoversi con un tempo di reazione di appena 0”201. Una prestazione al limite della fortuna e che sarebbe irripetibile.

“Non voglio parlare male della vittoria di Valtteri la sua vittoria. Ma i soliti tempi di reazione sono semplicemente più lunghi… I suoi tempi sono stati un po’ sovrumani… Il sensore dice altro, bene, ma io resto del mio parere. Fino a quando la FIA dice che tutto andava bene, va bene anche per me”.

Dal canto suo Valtteri Bottas parla di partenza perfetta, come mai era accaduto in carriera. “Quando la mia vettura si è mossa le luci dei semafori erano spente. Questa è la cosa principale. Questa è probabilmente una delle mie partenze migliori… Ripensandoci, è stata sicuramente la partenza più bella della mia vita”.

L.C.