Sebastian Vettel: “Attenzione a Bottas, non a Hamilton”

Sebastian Vettel (Getty Images)

Sebastian Vettel può dirsi decisamente soddisfatto dopo le qualifiche del Gran Premio d’Austria. Se da un lato il tedesco non è riuscito ad afferrare la pole, dall’altro è riuscito a piazzarsi davanti ad Hamilton costringendolo domani a partire dall’8° posto. La Ferrari è apparsa abbastanza in palla, i tempi fatti registrare si equivalgono con quelli delle Mercedes quindi ci si aspetta una gara molto combattuta domani.

Sebastian Vettel però nel dopo-gara non ha per niente cercato alibi, affermando sin da subito di non aver fatto la pole perché semplicemente Bottas era stato più veloce. Come riportato da “Speedweek” ha poi proseguito: “Avevo una buona macchina, speravo in un’ultima possibilità poco prima della fine delle qualifiche. Poi quelle bandiere gialle non mi hanno permesso di migliorarmi. Non dico che avrei battuto Bottas, ma sicuramente ci avrei provato”.

Vettel fiducioso anche sul bagnato

In linea generale comunque Sebastian Vettel ha sottolineato più volte di essere molto contento della vettura che in Ferrari gli hanno messo a disposizione, segno indelebile, che ha davvero molta fiducia nella monoposto del Cavallino. Poi su chi guardare domani in gara sorprendentemente risponde: “Guardiamo solo noi stessi. Devo fare attenzione a Bottas non a Hamilton il che è interessante”.

Sebastian Vettel sicuro anche quando si parla di tempo incerto: “Per quanto ne so, quest’anno non abbiamo provato molto sul bagnato, ma sono sicuro che siamo abbastanza pronti anche a questa eventualità”. In linea generale comunque il tedesco è soddisfatto del risultato ottenuto. Domani, infatti, partirà in prima fila e il suo più diretto avversario solo 8°.

Resta da capire il rendimento di Raikkonen, apparso per l’ennesima volta in questa stagione troppo lontano dal trio formato da Bottas, Vettel e Hamilton.

Antonio Russo