Hamilton nega la mano a Vettel: “Già fatto”

Lewis Hamilton (Getty Images)

Le scintille del GP di Baku non si sono alleviate nonostante i messaggi ufficiali di distensione e le scuse pubbliche di Sebastian Vettel. Dopo qualche nervosismo durante le FP3 di stamattina, Lewis Hamilton ha rifiutato di dare la mano al tedesco.Complice anche la retrocessione di cinque posizioni in griglia (domani partirà ottavo), il pilota Mercedes, su invito dell’intervistatore Davide Valsecchi, non ha accettato l’invito a scambiare un segno di pace con l’avversario.

Le belle parole e i buoni propositi  sull’esempio da dare ai giovani sembrano andare in fumo alla prima buona occasione. Hamilton ha rifiutato di dare il buon esempio, ha girato le spalle al gesto distensivo e pare abbia bisbigliato: “L’abbiamo già fatto”. Il ferrarista pensa alle prestazioni del sabato. “Hamilton ottavo? Vedremo, la gara è lunga e possono accadere tante cose, dobbiamo guardare a noi stessi e io sono ottimista. Valtteri è stato molto veloce, io sono stato fortunato altre volte, ma questa volta è andata bene a lui e gli faccio i complimenti”.