Guidare scalzi o con infradito: tutto quello che c’è da sapere

Infradito alla guida (foto dal web)

In estate fa caldo e quando ci si mette alla guida spesso si cerca la massima comodità. Andando al mare o in piscina capita a volte di mettersi alla guida indossando ai piedi infradito, ciabatte, sandali oppure di essere addirittura scalzi.

Più volte ci si è domandati se avere quel tipo di calzatura potesse, eventualmente, essere sanzionato con multa. Fino a un po’ di anni la legge lo proibiva. Era ritenuto illegale guidare così. Ma poi la situazione è cambiata. Dal 1993 è legale mettesi alla guida indossando infradito, ciabatte, sandali oppure a piedi nudi. Non esiste alcuna norma del Codice della Strada che sanzioni i guidatori in questi casi.

La normativa è cambiata perché si è tenuto conto dei cambiamenti tecnologici delle automobile. Se una volta era effettivamente consigliato evitare calzature aperte, perché ciò poteva influire sulla guida. In particolare sulla frenata. Con le moderne vetture i problemi sono notevolmente ridotti. Se uno guida un mezzo vecchio, a quel punto può essere discrezione del vigile o del poliziotto decidere se dare la multa, che poi può essere contestata. Ovviamente le scarpe rimangono la soluzione migliore, però non ci sono più gli estremi per considerare scelte diverse sbagliate o illegali.

Un problema può sorgere in caso di incidente con l’assicurazione. La legge recita: “Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie, in condizione di sicurezza, in modo da garantire la tempestiva frenata del mezzo entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile”. La compagnia assicurativa, nei casi di incidente, può interpretare la legge evidenziando che il guidatore non aveva la calzatura non idonea per guidare ed effettuare una frenata d’emergenza.

Nel verbale la Polizia potrebbe infatti inserire il dettaglio riguardante la calzatura indossata dal conducente. L’assicurazione, presa visione della documentazione, potrebbe utilizzarlo in fase di liquidazione dei danni, per intentare un concorso di colpa al guidatore che non sia stato capace di frenare in maniera tempestiva per via delle calzature non idonee.

Per legge, dunque, guidare con infradito, ciabatte, sandali o scalzi non è illegale. Si potrebbe rischiare qualcosa guidando vetture vecchie, però c’è la possibilità di fare ricorso. Il problema vero nasce nei casi di eventuali sinistri, perché l’assicurazione ovviamente si appiglia a tutto. Il consiglio, per non rischiare nulla, è quello di guidare con le scarpe.