Decreto Legge per eliminare le segnalazioni di autovelox e tutor

Autovelox
Foto dal web

Autovelox e tutor sono un incubo per gli automobilisti. Si dovrebbe stare sempre entro i limiti di velocità imposti dalla legge, però a volte capita di sgarrare. Soprattutto su quei tratti dove il limite è palesemente impostato su una velocità troppo bassa.

Per fortuna è previsto che la presenza di queste strumentazioni debba essere appositamente segnalata. Gli automobilisti sono così avvisati e, stando attenti, possono evitare sanzioni. In quanti rallentano drasticamente dopo la segnalazione? Sicuramente moltissimi. L’indicazione dell’esistenza di autovelox e tutor sulle strade ha probabilmente salvato tanti dall’incorrere in sanzioni e multe.

Presto, però, potrebbe arrivare una novità sgradita. Stando alle news rivelate dal quotidiano La Repubblica, sarebbe in preparazione un Decreto Legge che punta a rendere illegali le segnalazioni preventive di autovelox e tutor. Una vera rivoluzione, che riguarda anche app, navigatori e siti web. Ogni indicazione inerente la presenza di strumenti di rilevamento della velocità potrebbe sparire.

La causa di questo provvedimento va ricercata nella pericolosità di queste segnaletiche. Spesso gli automobilisti di fronte a cartelli del genere tirano frenate limite, mettendo a rischio la circolazione. Più volte sono avvenuti tamponamenti, cambi di carreggiata improvvisi e manovre azzardate.

Giovanni Salvi, Procuratore Generale di Roma, ha dichiarato: “Tra l’altro il fatto di segnalare con anticipo un controllo di polizia è una cosa illogica e che molte volte rende di fatto inutile il pattugliamento. Levare queste segnalazioni preventive rimetterà legalità sulle nostre strade: deve passare il concetto che gli automobilisti devono sempre viaggiare entro i limiti di velocità, non solo quando ci sono i controlli”.