MotoGP, Maio Meregalli: “Dopo Barcellona Yamaha ha reagito”

Maverick Vinales Valentino Rossi
Maverick Vinales e Valentino Rossi (©Getty Images)

La prima parte di stagione del team Movistar Yamaha si potrebbe rappresentare graficamente come un sali e scendi. Maverick Vinales ha collezionato due vittorie in Qatar e Argentina, caduta e sesto posto tra Austin e Jerez, vittoria a Le Mans e podio al Mugello, 10° in Catalunya e un’altra caduta ad Assen, infine 4° in Germania. Idem Valentino Rossi: tre podi iniziali, 10° a Jerez e caduta a Le Mans, 4° al Mugello, 8° in Catalunya, vittoria ad Assen e 5° al Sachsenring.

Un sali e scendi di risultati ed emozioni che portano i due piloti Yamaha nel gruppo di testa, che raccoglie i primi quattro piloti in soli 10 punti. Il team director Massimo Meregalli può ritenersi soddisfatto dei risultati del primo semestre. “Dai test fino alla seconda gara siamo stati molto soddisfatti – ha detto a Motorsport-Total -. Poi abbiamo avuto qualche problema a Jerez.  A Barcellona non siamo riusciti a dimostrare le buone prestazioni viste nelle gare precedenti”.

Dopo la debacle in Catalunya Rossi e Vinales si sono fermati due giorni per i test e provare il nuovo telaio. “Abbiamo capito a che punto siamo”, ha aggiunto Maio Meregalli. “E’ un peccato che noi non conduciamo il campionato, ma siamo vicini. Sono contento perché siamo stati in grado di rispondere entro un tempo molto breve ai grossi problemi di Barcellona. Siamo riusciti a vincere ad Assen questo è molto importante, perché il tempo di reazione è stato davvero buono”.

All’inizio Maverick Vinales sembrava il pilota destinato a vincere senza intoppi, ma ha poi mostrato punti deboli. Valentino Rossi è sempre in lotta per il podio dall’alto della sua esperienza. Chi dei due è il favorito per la corsa al titolo MotoGP? “E’ molto difficile da dire. La metà della stagione è finita ed entrambi i piloti sono separati da pochi punti. E’ impossibile fare previsioni – ha concluso Massimo Meregalli -. Naturalmente, ci sforziamo di portare i primi due posti in campionato”.

L.C.