Lewis Hamilton: “Alonso? No grazie, tra me e Vettel rispetto”

Lewis Hamilton e Sebastian Vettel (Getty Images)

Lewis Hamilton è letteralmente inviperito dopo i fatti di Baku. Il pilota inglese, infatti, probabilmente si aspettava una pena più dura da parte della FIA nei confronti di Sebastian Vettel. Il tedesco, infatti, dopo un tamponamento alla Mercedes del britannico si era affiancato a quest’ultimo e gli aveva rifilato una ruotata incolpandolo di aver frenato troppo bruscamente.

Per forza di cose nella conferenza pre-gara di quest’oggi gli occhi di tutti erano puntati proprio su di loro, Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Il pilota inglese però ci ha subito tenuto ad affermare: “Per me la questione è finita, penso solo al prossimo weekend di gara. Io e Sebastian abbiamo discusso alla fine della scorsa gara, non credo che le cose cambieranno tra di noi. Il rispetto è immutato. Quando ci siamo sentiti il giorno dopo gli ho solo chiesto di correggere le sue parole sul mio presunto brake testing, perché non era vero”.

Niente Alonso per Hamilton

Lewis Hamilton però è parso ancora una volta molto contrariato dall’atteggiamento di Vettel tanto da affermare: “Io non mi rimangio niente di quanto detto nel dopo gara. Su un campo di calcio sarebbe stato diverso, ma nell’abitacolo bisogna restare calmi. Noi siamo in una posizione di potere per lanciare messaggi positivi o negativi ai bambini quindi dobbiamo stare attenti”.

Infine a chi gli ha chiesto se gli piacerebbe avere Alonso nel proprio box l’anno prossimo ha risposto con un elegante no, grazie, affermando: “In realtà mi trovo molto bene con il mio attuale compagno di squadra”.

Insomma sotto questa coltre di apparente tranquillità sembra riposare una battaglia che si preannuncia accesa e piena di colpi di scena. La sfida tra Vettel e Lewis Hamilton dopo Baku non sarà più la stessa.

Antonio Russo