Billy Monger, dopo il terribile incidente la rinascita

Billy Monger (Twitter)

Qualche mese fa vi avevamo raccontato la triste storia di Billy Monger. Il ragazzo, appena 17enne, aveva subito un terribile incidente durante una gara di Formula 4 Britannica. Il pilota, alla curva Schwantz del circuito di Donington Park si era scontrato con la vettura ferma di Patrik Pasma. Trasportato d’urgenza in ospedale, al  giovane gli sono state amputate entrambe le gambe.

Ora però ad appena 3 mesi dal terribile incidente, Billy Monger è tornato su un’auto da corsa al Brands Hatch su un Maggiolone della Fun Cup appositamente modificato. Il team che ha preparato la vettura è il BRIT, squadra per la quale corrono ex militari feriti in azione.

Il sogno è Le Mans

Billy Monger ha provato due volanti diversi per capire con quale si sarebbe trovato meglio a guidare. L’incidente non ha scalfito minimamente la sua voglia di lottare e soprattutto di vincere. Il suo calendario è già ricchissimo. Nei prossimi mesi, infatti, prenderà parte all’appuntamento dell’Estoril della VdeV Endurance Proto Series.

A lungo termine l’obiettivo di Billy Monger è quello di prendere parte alla 24 Ore di Le Mans, così come già fatto in passato da Frederic Sausset, il pilota disabile che ha disputato l’edizione 2016 e che condividerà la Ligier-Honda JS53 Evo 2 con lo stesso Monger.

Il passato ci ha insegnato che da un dramma del genere può uscirci anche qualcosa di buono. Un esempio per tutti deve essere proprio il nostro Alex Zanardi, che dopo il terribile incidente non ha mollato nemmeno per un secondo il mondo delle corse e quello sportivo diventando una vera e propria leggenda degli sport paralimpici.

Billy Monger da par suo ha già ricevuto tanti attestati di vicinanza dal mondo dei motori. Ieri ad esempio il campione del mondo in carica di Formula 1, Nico Rosberg, ha scritto su Twitter di essere impressionato da quanto fatto dal giovane.

Antonio Russo