Valentino Rossi: “Honda gestisce meglio la gomma posteriore”

Valentino Rossi (Getty Images)

Il podio di Jonas Folger lascia riflettere il team Movistar Yamaha. Ancora una volta la moto satellite della Tech3 riesce a fare meglio della M1 ufficiale. Che sia Folger o Zarco poco importa, ma su alcuni tracciati il telaio 2016 riesce a raccogliere più frutti del telaio a disposizione di Valentino Rossi e Maverick Vinales.

Ma è solo una questione tecnica? Per il campione di Tavullia sono anche i piloti a fare la differenza. E al Sachsenring il fattore campo può aver influito sulle prestazioni e le motivazioni del pilota tedesco. Del resto anche Johann Zarco ha conquistato il primo podio in MotoGP davanti al pubblico di casa a Le Mans.

“Durante questa stagione un sacco di volte i piloti Tech 3 hanno dimostrano un buon feeling con la moto 2016”, ha detto Valentino Rossi. “Ma è anche vero che sono buoni piloti, sono forti. Come a Le Mans con Zarco e questo fine settimana Folger hanno guidato in un modo fantastico. Lui è sempre in grado di essere veloce e mantenere la gomma posteriore. Quindi penso che anche il il pilota fa la differenza e noi dobbiamo solo fare le congratulazioni”.

In termini di preservare la gomma posteriore la Honda sembra recitare la parte del leone. E’ questo uno dei segreti della leadership di Marc Marquez a metà campionato. “Penso che il vantaggio della Honda, salvo che Marquez è molto forte e guida molto bene al Sachsenring, è che essi consumano meno la gomma posteriore e arrivano con una gomma in una forma migliore rispetto a noi”.

Quindi non solo problemi di telaio da risolvere, ma anche il feeling con le gomme Michelin che ancora scarseggia nel box Movistar Yamaha. “E’ uno dei nostri problemi e cerchiamo sempre di migliorare – ha concluso Valentino Rossi -. Non è facile, perché le gomme cambiano molto rispetto allo scorso anno, cambiano molto da una settimana all’altra. Quindi non siamo in grado di migliorare ogni volta”.

L.C.