Toto Wolff a Jordan: “Basta fake news sulla Mercedes”

Toto Wolff (©Getty Images)

Quello che poteva sembrare un semplice pettegolezzo innocente fatto circolare nel sempre ribollente paddock della F1 ha mandato su tutte le furie Toto Wolff. Il boss della Mercedes non ha infatti mandato giù le ultime dichiarazioni dell’istrionico Eddie Jordan, secondo cui la Casa di Stoccarda sarebbe in procinto di dire addio al Circus. Un’indiscrezione diffusa qualche settimana fa e ribadita in diretta tv in occasione dell’ultimo round di Baku.

“Gli avevo già detto che per me era una questione seria e che avrebbe dovuto piantarla con queste fake news. Per quanto mi riguarda sono pronto a qualsiasi battuta, però non si può scherzare sulle spalle di 1500 dipendenti che sono preoccupati per il loro futuro”. Ha riferito a Motorsport.com un determinato manager austriaco. “L’ho ribadito a lui e lo rifaccio ora. Non lasceremo il Circus e neppure lo faranno i nostri sponsor. In generale siamo molto contenti di come sta andando la nostra avventura qui”.

Raggiunto dalla risposta seccata, Mr. Jordan ha provato a difendersi. “Non ho mai detto che la Mercedes si sarebbe ritirata, ma che sono in questo sport per ragioni tecniche e di marketing”. Ha argomento. “Per cui andranno avanti fino a quando avranno un tornaconto. Non penso sia giunto il momento di abbandonare, bensì il mio commento era rivolto alla scadenza del contratto a fine 2018 con i partner UBS e Petronas. Posso comprendere la rabbia di Toto. Però non è un mio problema. Il mio lavoro è raccontare alla gente quello che so ed è ciò che continuerò a fare. Vado d’accordo con tutti e posso accedere a qualunque motorhome. Se qualcuno è contrario dovrebbe comunicarmelo direttamente”.

“Il team ha centinaia di azionisti ed avendo fatto pare di diversi board, so bene che sono loro a prendere la decisione sul da farsi. E di solito se non vedono un ritorno in per l’investimento fatto se ne vanno”. Ha infine sottolineato il 69enne di Dublino.

Chiara Rainis