Jorge Lorenzo: “Assen e Sachsenring? Sapevamo di dover soffrire”

Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo non trova pace, dopo il pessimo 15° posto colto ad Assen, in Germania è arrivato solo 11°. Eppure per lo spagnolo la gara si era messa subito bene. Nei primi giri, infatti, era stato nel gruppo dei primi lottando per la 4a posizione, poi l’improvviso crollo, dovuto alla scelta sbagliata della gomma. L’ex Yamaha però sembra continuare a soffrire lo stile di guida della Desmosedici GP 17.

Come riportato da “Speedweek.com” Jorge Lorenzo a fine gara non era per niente soddisfatto della posizione e del gap dal vincitore. Lo spagnolo però ci ha tenuto a dichiarare di aver patito problemi sin dal warm-up. Poi però ad inizio gara c’era stata la sorpresa: “Nei primi giri ho avuto un ritmo al di sopra delle aspettative, poi la gomma posteriore, soprattutto dal lato sinistro si è deteriorata”.

Germania punto di svolta?

Lo spagnolo sembra davvero affranto e ha affermato di aver patito gravi problemi in fase di accelerazione nelle ultime tornate, problemi che lo hanno costretto a calare ancora di più il suo ritmo già non esaltante.

Jorge Lorenzo però ha provato anche ad analizzare i suoi problemi: “Ad Assen e in Germania ci sono 2-3 curve dove resto troppo tempo in percorrenza. Spero che questi problemi non si ripresentino più nel corso del mondiale. Sapevamo sin dall’inizio che questi due weekend sarebbero stati difficili per noi”.

Poi l’ex Yamaha ha concluso: “Almeno abbiamo capito al Sachsenring alcune cose che ci dovrebbero aiutare per le prossime gare e che dovrebbero consentirmi di classificarmi in una posizione migliore”. Insomma nonostante i tantissimi problemi, Jorge Lorenzo non sembra per niente rassegnato alla sua situazione in Ducati che lo vede arrancare maledettamente. Lo spagnolo, infatti, ritiene che con il duro lavoro e l’esperienza potrà vincere anche a bordo della Rossa di Borgo Panigale.

Antonio Russo