Sebastian Vettel, arriva il verdetto definitivo della FIA

Sebastian Vettel (Getty Images)

Compleanno in tribunale per Sebastian Vettel, che ha dovuto vedersela con il giudizio della FIA sui fatti di Baku. Sotto la lente di ingrandimento il contatto volontario durante la gara tra la sua Ferrari e la Mercedes di Lewis Hamilton. I tifosi della Rossa però possono tirare un sospiro di sollievo. La Federazione, infatti, ha deciso che la penalità comminatagli dai commissari durante la gara (stop-and-go di 10 secondi) sia stata sufficiente. A quanto pare il tedesco, ascoltato da Jean Todt e dalla FIA ha chiesto scusa per quanto accaduto in Azerbaigian e il caso è stato quindi archiviato.

Durante la gara di Baku, in pieno regime di safety-car, Hamilton aveva più volte rallentato palesemente mettendo in grande difficoltà gli avversari. In una situazione molto concitata, all’uscita di una curva Sebastian Vettel non accorgendosi dell’andatura eccessivamente lenta del britannico lo ha tamponata. La cosa ha fatto letteralmente perdere e staffe al tedesco, che a quel punto ha affiancato la Mercedes e gli ha rifilato una ruotata.

Ora pensiamo al campionato

L’episodio ha sin da subito scatenato grande polemica tra gli appassionati, che si sono divisi tra chi dava ragione all’uno o all’altro. L’episodio durante la gara è stato subito sanzionato dai commissari, ma in casa Mercedes si è ritenuta la pena un po’ troppo morbida. La FIA ha deciso così di convocare proprio per quest’oggi Sebastian Vettel per ascoltarlo così da capire se c’erano gli estremi per una punizione più dura.

Attualmente Sebastian Vettel e Lewis Hamilton stanno dando vita ad uno dei mondiali più belli in assoluto degli ultimi anni. Ora finalmente archiviato questo caso si potrà continuare a pensare alla pista.

Antonio Russo