Marc Marquez vota a sinistra. Un pilota dal tiro mancino

Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez dopo la vittoria di ieri è l’eroe del momento in MotoGP. In un sol colpo, infatti, ha riconquistato i cuori degli appassionati e la testa della classifica mondiale. Lo spagnolo però non sta disputando una stagione molto costante e un po’ come tutti in alcune piste ben particolari soffre di più. Questa sofferenza però sembra essere una costante particolare in alcune piste. Il pilota della Honda, infatti, sembra prediligere alcuni tracciati piuttosto di altri, noi di Tuttomotoriweb.com abbiamo provato a tracciare un piccolo bilancio e risultati ci hanno restituito un Marquez decisamente di sinistra.

Abbiamo preso in esame le 18 gare del calendario 2017 e abbiamo analizzato i risultati ottenuti da Marc Marquez su queste piste dal 2013 (anno del suo esordio in MotoGP) ad oggi. Naturalmente stiamo parlando di un pilota che ha già vinto 3 titoli mondiali, quindi i risultati sono più o meno buoni su tutte le piste, ma quando si parla di vittorie e di podi vi sono delle costanti da prendere in considerazione davvero interessanti. Premesso che ci sono piste che sono presenti solo da un paio di anni e premesso che i dati rilevati si possono riferire per forza di cose solo sino al Gran Premio di Germania 2017 i risultati ottenuti ci hanno portato a credere che lo spagnolo della Honda abbia una sorta di amore per le piste con prevalenza di curve a sinistra.

L’unica eccezione è l’Australia

In MotoGP Marc Marquez ha tra le sue piste preferite Termas de Rio Hondo (5 a sinistra e 9 a destra), Austin (11 a sinistra e 9 a destra), Sachsenring (10 a sinistra e 3 a destra) e Aragona (10 a sinistra e 8 a destra). In Argentina lo spagnolo ha vinto 2 volte su 4 partecipazione, in Texas e in Germania, invece, ha fatto addirittura 5 su 5, mentre ad Aragona su 4 edizioni ha vinto 2 volte. Se invece prendiamo in considerazione anche i podi scopriamo che in Olanda (11 curve a sinistra e 6 a destra) sono arrivati 4 podi e 1 vittoria su 5 partecipazioni, mentre a Valencia i podi sono ad ora 4 su 4 con 1 vittoria.

Insomma i risultati di Marc Marquez nelle piste con la maggioranza di curve a sinistra sono straordinari. Unica eccezione statistica il Gran Premio d’Australia, che pur avendo 7 curve a sinistra e 5 destra ha visto lo spagnolo raccogliere 1 vittoria, 2 ritiri e 1 squalifica su 4 edizioni disputate. Tra i tracciati con più curve a destra, invece, spiccano il GP della Catalunya (5 a sinistra e 8 a destra) con 4 podi e 1 vittoria, il GP di Spagna (5 a sinistra e 8 a destra) con 5 podi e 1 vittoria, il GP di Repubblica Ceca (6 a sinistra e 8 a destra) con 3 podi e 1 vittoria e infine quello del Giappone (6 a sinistra e 8 a destra) con 3 podi e 1 vittoria.

Insomma come un vero campione che si rispetti Marc Marquez va forte praticamente su tutte le piste, ma sempre avere qualcosa in più su quelle che girano a sinistra. Probabilmente è una questione legata al suo stile di guida, maggiormente portato per le curve a sinistra. In un campionato così indeciso questi dati statistici possono darci una chiara fotografia della piste dove potenzialmente lo spagnolo potrebbe fare la differenza. Secondo il grafico qui sotto quindi è facile pensare che sulle prossime piste il pilota Honda potrebbe incontrare delle difficoltà salvo poi risalire nel finale.

Antonio Russo

Statistiche Marc Marquez