Andrea Iannone, la guerra con Schwantz continua (FOTO)

Go-Kart di Andrea Iannone (Twitter)

Andrea Iannone non ci sta e tira fuori gli artigli. Le accuse verso di lui sono gravi e il pilota di Vasto risponde a tono. Kevin Schwantz, infatti, non è stato per niente carino nei suoi confronti, accusandolo di metterci scarso impegno in Suzuki e di lasciare la MotoGP per tentare i Go-Kart. Naturalmente l’italiano a fine gara ha risposto inviperito alle critiche accusando il campione del mondo 500 del 1993 di non parlargli in faccia, ma solo attraverso i giornali.

Andrea Iannone però in questi ultimi mesi è diventato anche una vera e propria icona social (complice anche il suo fidanzamento con la bella Belen). Probabilmente proprio per rispondere alle stoccare di Schwantz il pilota italiano ha postato su twitter l’immagine di un Kart con le sue grafiche personalizzate. Insomma proprio un modo simpatico per esorcizzare il momento e per rispondere alle tante critiche ricevute dall’americano.

Iannone, che tonfo

Ora la MotoGP si fermerà per un po’ poi toccherà alla Repubblica Ceca e all’Austria. Proprio quest’ultima tappa richiama nella mente di Andrea Iannone ricordi fantastici. Il pilota di Vasto, infatti, lì ha colto la sua prima vittoria in MotoGP solo un anno fa. A fine stagione il pilota italiano ha lasciato la Ducati per approdare in Suzuki.

Il primo approccio con la nuova moto sembrava decisamente positivo. In Qatar Andrea Iannone ha addirittura lottato per la vittoria prima dello scivolone che gli ha fatto buttare la gara. In Argentina, invece, a penalizzarlo era stata una penalità per partenza anticipata.

Da quel momento in poi per Andrea Iannone si è aperta una vera e propria voragine in cui è caduto dentro senza alcuna soluzione. Ad oggi il miglior piazzamento stagionale dell’ex Ducati resta il 7° posto di Austin, un po’ poco per chi era considerato una realtà del motociclismo italiano sino ad un anno fa.

Antonio Russo