Jonas Folger: “Correndo in casa ho preso più rischi”

Jonas Folger (Getty Images)

Jonas Folger è stato indubbiamente uno dei protagonisti del Gran Premio del Sachsenring. Il pilota tedesco, praticamente sempre oscurato da inizio stagione dal compagno di squadra Zarco ha messo insieme la sua più bella gara dell’anno sin qui. Il pilota tedesco ha battagliato sino all’ultimo giro con Marc Marquez finché a causa di un lungo alla prima non ha dovuto alzare bandiera bianca.

Come riportato da “Motorsport.com”, Jonas Folger ha così dichiarato: “Per me è stata una giornata fantastica, non ho parole, non so che dire. Se qualcuno mi avesse avvisato che oggi avrei lottato per la vittoria lo avrei preso per pazzo. Sto benissimo”.

Folger: “Mi aspettavo Zarco più veloce”

Il pilota tedesco però nei primi giri ha rischiato grosso toccandosi con Petrucci: “All’inizio della gara, in curva 2 mi sono toccato con Petrucci. Per me è stato proprio un bello spavento, ma fortunatamente siamo rimasti entrambi in piedi. Io personalmente stavo per cadere, da quel momento in poi però io e Marquez abbiamo tenuto un ritmo altissimo e sono stato anche in testa qualche giro. Abbiamo dimostrato che possiamo andare forte ed è stato davvero bello”.

Jonas Folger ha anche provato a dare una spiegazione sulla grigia prestazione di Zarco: “Non so perché Zarco è andato forte nelle prime gare e io ora. Pensavo che lui sarebbe andato forte qui, poi però è caduto due volte in questo weekend e penso abbia perso un po’ di fiducia. Questa pista è complicata e molto particolare. Io ho acquisito una buona confidenza per tutto il weekend che mi ha poi permesso di andare forte in gara”.

Il tedesco ha poi continuato parlando dei suoi tifosi: “In questo weekend ho avuto un sostegno incredibile. Non ho mai provato emozioni così. Per me è stata una domenica fantastica. Correndo in casa ho preso qualche rischio in più e ho dato il 100%. Fino a 2 giri dalla fine pensavo di poter vincere. La gomma ha avuto poi un calo e non è stato più possibile. Voglio ringraziare tutto il team”.

Antonio Russo