Carmelo Ezpeleta: “Ritiro Rossi? Ha solo 38 anni”

MotoGP – Carmelo Ezpeleta e Valentino Rossi (Getty Images)

La MotoGP 2017 sta regalando davvero forti emozioni ai propri fan con tanti piloti raccolti in pochi punti. Orgoglioso gestore di questo magico circus è Carmelo Ezpeleta, che attraverso la sua società, la Dorna, ormai da diversi anni gestisce il Motomondiale con ottimi risultati.

Come riportato da “AS”, Carmelo Ezpeleta ha così commentato questo primo scorcio di stagione: “Questo è davvero un gran campionato. Di solito la distanza tra il primo e il secondo in classifica era sempre maggiore ai 25 punti. Io non mi aspetto mai nulla, ma mi godo tutto lo spettacolo. Ad Assen abbiamo assistito a 3 gare splendide. La Moto3 e la Moto2 non fanno semplicemente da apertura alla MotoGP. In Moto2 ci siamo molto impegnati per migliorare lo spettacolo. Ora partono tutti o quasi con le stesse opportunità. Poi ci sono casi particolari come Morbidelli ad inizio stagione, in cui un pilota domina”.

Parlando di questa annata di MotoGP ha poi proseguito: “Credo sia una delle migliori MotoGP di sempre. C’è L’Aprilia, che è vicina e la KTM che come nuova arrivata si sta davvero comportando molto bene. Credo che Suzuki sia rimasta per troppo tempo, invece, senza Rins. Avrebbero avuto bisogno di un team satellite per avere un altro riferimento. Basti guardare Yamaha con Zarco e Folger, Honda con Crutchlow e Ducati con Petrucci. Il prossimo anno non vedremo un team satellite Suzuki, ma in futuro ci vorrà convinzione. Siamo al livello massimo dal ’92 quando siamo arrivati. Stiamo portando il circus in nuovi tracciati”.

Per il 2018 nulla è deciso

Sui problemi con le gomme in MotoGP, invece, risponde: “Veniamo da un periodo con Bridgestone, che ci ha dato pneumatici formidabili. Abbiamo raggiunto un accordo con Michelin e dopo 2 anni di esperienza ci aspettiamo che per l’anno prossimo non ci saranno gli stessi problemi. In ogni caso c’è una grande differenza di costruzione in queste gomme. Dobbiamo cercare di fare in modo che le mescole non favoriscano i piloti in base al fisico. Vogliamo un campionato di moto e piloti, non di gomme”.

Si parla naturalmente anche di Valentino Rossi: “Spesso mi chiedono quando si ritirerà Rossi, ma come si fa a chiedere una cosa del genere finché ottiene ancora questi risultati? Non c’è ancora niente di sicuro, lui non mi ha chiesto niente e io non gli ho detto niente. Lui è uno dei leader del campionato e noi non guardiamo la carta di identità. Poi ha solo 38 anni, io ne ho 70 e sto ancora qui. Rossi, come si è visto anche in Francia, vuole diventare campione del mondo”.

Ezpeleta ha affrontato anche la spinosa questione Montmelò: “Dopo quello che è successo il problema è stato risolto bene, ora bisogna vedere cosa fare l’anno prossimo. Per il 2018 non è stato ancora deciso nulla per quanto riguarda il calendario. Stiamo provando seriamente con la Thailandia, ma ci sono dei problemi economici”.

Antonio Russo