Villeneuve difende Vettel: “Gesto involontario”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

Oltre che per le diverse interruzioni, le safety car e la bandiera rossa, il GP di Baku del 2017 verrà ricordato per il tamponamento di Vettel ai danni di Hamilton, dopo che questi aveva tirato una staccata improvvisa, e per la successiva sportellata di protesta costata al ferrarista uno stop and go di 10″. Un episodio che ha fatto discutere paddock e tifosi divisi a favore dell’uno o dell’altro.

Tra i solidali con il tedesco anche Jacques Villeneuve, che tuttavia ha rifiutato il paragone con la sportellata ricevuta nel 1997 a Jerez della Frontera da Micheal Schumacher. “E stata una situazione diversa. Qui andavano piano. Certo la manovra di Sebastian è stata brutta, ma Lewis ha rallentato all’improvviso per danneggiarlo e da pilota avrei reagito allo stesso modo. Alla fine il quattro volte iridato si è preso la penalità più pesante secondo le nuove regole”.

Al di là delle apparenze la FIA, dopo attenta analisi della telemetria ha escluso il contestato Brake-test da parte del pilota Mercedes. “A mio avviso comunque non credo volesse colpirlo”. Ha proseguito il canadese ipotizzando un impatto involontario considerato che il driver di Heppenheim era impegnato a gesticolare. “Aveva soltanto una mano sul volante, la testa era girata verso la W08 e con un dito faceva segno. Con le ruote girate così è difficile andare addosso a qualcuno visto che si rischia soltanto di rovinare la propria macchina. Se il gesto è volontario, poi, bisogna avere entrambe le mani sullo sterzo. In un certo senso, comunque, sono felice di aver visto una reazione emotiva. E’ positivo e divertente. Abbiamo finalmente assistito ad uno scontro vero e proprio tra due contendenti al titolo. Decisamente uno spettacolo migliore della richiesta a Bottas di rallentare Seb, che è stata imbarazzante”. Ha sottolineato.

Quindi Jacques Villeneuve si è lasciato andare una considerazione di respiro più generale. “Bisognerebbe permettere ai ragazzi di battersi e commettere errori senza intervenire ed infatti Valtteri non è stato punito per aver preso Raikkonen, tuttavia noto che gli steward non tengono un metro di giudizio omogeneo. A mio avviso solo lo zigzag andrebbe sempre penalizzato come successo a Sainz a Montreal. In questo caso Bottas ha sbagliato, ma può capire in corsa, e Vettel non è stato sportivo, però ha regalo un bello show”. Ha infine concluso.

Chiara Rainis