Guido Meda: “La vittoria di Rossi ad Assen è follia”

Valentino Rossi (Getty Images)

Valentino Rossi dopo oltre un anno ha vinto ad Assen nell’ultimo gran premio. E’ stato il decimo successo per il Dottore in Olanda. Un trionfo che lo porta al terzo posto della classifica mondiale MotoGP. Solo 7 i punti di distanza da Andrea Dovizioso.

In terra olandese il pilota Yamaha si è ritrovato a proprio agio dopo il disastro di Montmelò. La pista si prestava maggiormente alle caratteristiche della moto e alla preferenza del rider stesso. Il nuovo telaio montato sulla M1 ha inciso positivamente e probabilmente nel lato del box di Vale hanno trovato una chiave di volta.

Guido Meda, noto telecronista delle gare della MotoGP, nella sua analisi per Sky Sport ha così parlato della vittoria di Valentino: “Il gusto della vittoria dura cinque o sei ore impagabili, che nel caso di Rossi forse allungano la sua vita, quella sportiva, di qualche anno a botta. La vittoria di Assen nello specifico è follia pura, non compatibile con uno che dovrebbe pensare al Mondiale. Va bene, ha vinto. Ma non è normale e da qualche parte un segreto ci deve pur essere; unire l’esperienza da veterano ad una testa da diciottenne è un’ipotesi più che fondata sui fatti. È ovvio che Valentino non può vincere più 14 gare a stagione; a 38 anni però – concediamoglielo – è un po’ come se una ne valesse tre”.

A 38 anni Rossi è ancora lì, a giocarsela con rivali più giovani e molto forti. La classifica dice che può ambire al decimo titolo mondiale della sua carriera. Ovviamente sarà importante confermarsi almeno a podio domenica al Sachsenring. Vietati passi falsi, Valentino lo sa. Un anno fa il Gran Premio di Germania con il flag-to-flag fu per lui un disastro, a causa del ritardato cambio moto. Anche in questo fine settimana non è esclusa la pioggia e bisognerà farsi trovare preparati.

 

Matteo Bellan (©Getty Images)