Valentino Rossi, finalmente arriva il record tanto rincorso

Valentino Rossi (Getty Images)

Finalmente è arrivata a tanto agognata prima vittoria stagionale per Valentino Rossi. Il Dottore, tra i big, era l’unico che ancora non aveva vinto e finalmente il successo è arrivato. Ad ingigantire ancor più l’impresa del 46 ci ha pensato la caduta del compagno di squadra, il super-favorito per il mondiale, Maverick Vinales. Ora il 46 è al 2° posto nella classifica iridata a 7 punti dal leader Dovizioso.

Il Gran Premio di Assen è stata la classica gara adatta allo stile di Valentino Rossi. Il meteo incerto, i piloti tutti vicini, pronti al corpo al corpo, hanno creato la situazione ideale per portarlo al successo, quella vittoria che ormai mancava dal Gran Premio di Catalongna dell’anno passato.

L’impresa di Troy Bayliss

Quello che a molti è sfuggito però è che Valentino Rossi con il successo di ieri è entrato ancora una volta nella storia del Motomondiale. Ha vinto, infatti, la gara a 38 anni e 128 giorni stabilendo il nuovo primato di vecchiaia per un successo nella classe MotoGP.

Il record è stato quindi strappato a Troy Bayliss, che nel 2006, a Valencia, in qualità di wild card Ducati trionfò a 37 anni e 213 giorni. A rendere ancora più importante il successo dell’australiano all’epoca, fu il fatto di averlo conseguito su una moto mai guidata e con gomme mai provate prima di quel weekend.

Per quanto concerne i record assoluti di longevità del Motomondiale, sembra davvero inarrivabile Fergus Anderson che vinse in classe 500 all’età di 44 anni e 237 giorni e in classe 350 a 45 anni e 236 giorni. Altri record anche quelli fatti stabilire da Gerhard Thurow, che vinse a 39 anni e 247 giorni in classe 50, Stefan Dörflinger, che vinse a 39 anni e 122 giorni in classe 80 e ancora Leslie Graham, che a 41 anni e 268 giorni trovò la vittoria in 125 e Arthur Wheeler, che colse il successo a 46 anni e 70 giorni in 250.

In classifica c’è gloria anche per il nostro Giacomo Agostini, che vinse in Formula 750 a 35 anni e 101 giorni. La vittoria di Valentino Rossi in ogni caso ce lo riconsegna ancora una volta in lotta per il mondiale, una notizia stratosferica se relazionata alla sua età.

Antonio Russo