Sebastian Vettel rischia un GP di sospensione

Sebastian Vettel, Ferrari (©Getty Images)

Avrebbe potuto essere una buona gara per la Ferrari il Gp dell’Azerbaijan ed invece si è risolta con un paio di episodi alquanto rocamboleschi che l’hanno costretta  a raccogliere le briciole o quasi.

Il più sfortunato della coppia è stato, manco a dirlo Kimi Raikkonen, al pronti via speronato da Bottas e in seguito finito con una gomma distrutta che lo  ha costretto al ritiro salvo poi riprendere la corsa dopo la bandiera rossa, subire un drive through e infine un altro ko.

“Valtteri ha frenato troppo presto, per questo ha tirato subito su il piede  nel tentativo di mantenere la posizione e mi ha colpito sul fianco”. Il racconto di Iceman. “Fortunatamente sono ripartito, però poi ho forato su un detrito lasciato dalle Force India. Il danno sembrava grave, ma nella pausa che abbiamo avuto i meccanici hanno fatto un ottimo lavoro e sono riusciti a sistemare sia il fondo, sia l’endplate. Purtroppo non essendo ancora a posto al 100% a uno/due giri dal termine sono rientrato  definitivamente in garage. Peccato essere stato messo fuori gioco da errori altrui perché l’auto andava bene. Non è certo bello ritirarsi due volte in una gara!  Sulle nostre possibilità altrimenti non so che dire. E’ difficile parlare di ciò che non è stato”.

Infine il pilota di Espoo si è espresso nel  suo consueto stile diplomatico sul drive through comminato per interventi sull’auto nella cosiddetta “fast lane”, l’area di passaggio della  corsia box. “Non ho neppure chiesto la motivazione. Forse era perché i ragazzi nella fretta mi hanno spinto dove non si poteva”.

Quarto ma piuttosto alterato invece ha concluso il weekend di Baku Sebastian Vettel. Protagonista di un tamponamento ai danni di Hamilton sotto Safety  Car. “Lewis mi accusa di aver tenuto un comportamento non esemplare per i bambini che ci guardano? Beh, la F1 è per adulti!”. La frecciata del tedesco. “Dopo aver accelerato, ha frenato e pur avendo provato ad evitarlo non ci sono riuscito”.

In realtà a pesare sulla corsa del tedesco è stato il momento appena successivo, ossia quando per mostrare il proprio disappunto nel gesticolare ha colpito la W08 dell’inglese. Una mossa che i commissari hanno valutato come pericolosa e meritevole di uno stop and go da 10″. “Non mi esprimo su questo. Se io ho urtato volontariamente Ham, anche lui ha rallentato all’improvviso per danneggiarmi. Così facendo ha rovinato il suo retrotreno e io la mia  ala. Ciò che mi rallegra è che comunque ho compiuto vari sorpassi e la SF70-H è stata veloce  soprattutto in curva”. La conclusione del quattro volte iridato.

Nelle fasi del post corsa è emerso che gli steward starebbero valutando se far saltare un gran premio a Vettel per l’intenzionalità del gesto.

Chiara Rainis