Moto2, dott. Zasa: “Trauma cranico commotivo per Baldassarri”

Lorenzo Baldassarri
Lorenzo Baldassarri (©Getty Images)

Lorenzo Baldassarri è stato protagonista di una bruttissima caduta nel corso delle Qualifiche Moto2 ad Assen. Mentre si trovava a poca distanza dal connazionale Franco Morbidelli e stava facendo tempi interessanti, è stato sbalzato via dalla moto con violenza.

L’impatto del giovane pilota sull’asfalto è stato molto forte. Subito ci si è preoccupati molto per le sue condizioni. Il rider del team Forward ha perso inizialmente conoscenza e dopo l’intervento dei soccorsi è tornato cosciente. In seguito ai primi interventi sul posto, è stato portato presso il centro medico per approfondimenti.

Il dottor Michele Zasa della Clinica Mobile ha parlato ai microfoni di Sky Sport della situazione di Baldassarri: “Durante la caduta ha perso conoscenza, ha subito un trauma cranico importante. All’arrivo dei soccorsi si presentava incosciente, poi ha recuperato conoscenza e sembra che l’unico trauma subito sia quello cranico, comunque importante. E’ stato stabilizzato qui al centro medico. Era cosciente e non ricordava l’accaduto. In termini tecnico si chiama trauma cranico commotivo. Continuava a chiedere cosa fosse successo”.

Il dotto Zasa ha spiegato qual è l’iter a cui Baldassarri è adesso sottoposto: “Ora è stato trasportato in ospedale a fare una tac per verificare che a livello cerebrale non ci siano danni. Verosimilmente verrà tenuto in osservazione almeno fino domattina. Sospiro di sollievo? La caduta è stata importante e prima della tac non mi sento di mettere una parola definitiva, però da come lo abbiamo visto in questo momento è meglio di quel che si credeva. Tra qualche ora magari saremo più tranquilli, dopo la tac e le prime ore di osservazione. Altri traumi? Tante volte i dolori vengono dopo, però sono stati fatti esami che non hanno evidenziato nulla di significativo”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)