Assen, Dovizioso: “Non era la giornata perfetta”

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Dopo le due vittorie consecutive si prospetta una gara difficile per Andrea Dovizioso ad Assen. Nelle qualifiche una caduta ha rovinato la posizione in griglia di partenza. Il forlivese non ha trovato un buon feeling sul bagnato e partirà dalla nona posizione.

“Non è stata una giornata perfetta. Abbiamo lavorato molto. Ma non abbiamo trovato un set-up perfetto per la strada bagnata. Normalmente siamo molto competitivi sul bagnato fin dall’inizio, oggi è stato diverso – ha ammesso Andrea Dovizioso -. Nel pomeriggio abbiamo provato qualcosa, ma non ha funzionato come avevamo immaginato. Non ho fiducia al 100 per cento ed è necessario se si vuole lottare per la pole”.

Ad una moto non in perfetto equilibrio si è aggiunto qualche errore in Q2. Dopo la caduta il Dovi è rientrato ai box per prendere la seconda moto, ma in due giri non è riuscito a guadagnare le posizioni di vertice. “La squadra ha fatto un lavoro perfetto. Ho potuto migliorare il mio tempo nel settimo e ultimo giro e fissarlo in terza fila. Non è ottimale, ma va bene. Abbiamo alcune idee per domenica. Non importa che si tratti di bagnato o asciutto, importante è trovare abbastanza fiducia nel warm-up per la gara”.

A complicare il sabato di Assen ci hanno pensato anche le gomme Michelin. “Non so se il composto è troppo difficile. In ogni caso è stato difficile trovare grip al posteriore. Abbiamo sentito che abbiamo davvero avuto il grip al limite. E’ stato molto difficile. E’ stato per lo più molto diverso rispetto allo scorso anno. Nel 2016 il limite è stato causato dal pneumatico anteriore. Sotto la pioggia abbiamo di nuovo utilizzato la mescola dura, la morbida era troppo difficile. Ma sul pneumatico anteriore non si può criticare. Il pneumatico anteriore è perfetto. Davanti abbiamo una gomma diversa rispetto allo scorso anno”.