Maverick Vinales: “Mi sento forte come a inizio stagione”

Maverick Vinales (Getty Images)

Il momento indubbiamente è delicato. Maverick Vinales è arrivato in Yamaha con le stigmate del campione, forse anche più di Jorge Lorenzo. Se per l’attuale pilota della Ducati si trattava della primissima stagione in MotoGP, per l’ex Suzuki questo esordio con il team di Iwata arriva dopo un altro anno in MotoGP in cui è arrivata una vittoria e tanti ottimi piazzamenti.

Il rendimento di Maverick Vinales nei test della pre-season, inoltre avevano fatto si che nel paddock non si parlasse altro che dello spagnolo già campione del mondo MotoGP annunciato. La pista però ha detto altro. Il campionato sembra molto livellato e ci sono almeno 4-5 piloti che hanno velleità di titolo in questo momento.

Vinales sa che c’è ancora del lavoro da fare

La Yamaha nelle ultime gare ha mostrato delle fragilità che nessuno si aspettava. La moto prodotta a Iwata, infatti, sembra stressare particolarmente la gomma in quei tracciati dove c’è basso grip e alte temperature. Dopo il crollo di Jerez la scena si è ripetuta anche al Montmelò mettendo in allarme tutta la squadra e lo stesso Maverick Vinales.

Ad Assen però nelle seconde libere è arrivato subito un ottimo risultato che fa ben sperare per il resto del weekend. Lo spagnolo in merito a ciò ha così dichiarato: “Stamattina mi sono sentito sin da subito bene in moto. Ho fatto tanti giri con le morbide ed avevo un buon potenziale. Domani ci sarà tanto lavoro da fare, ma oggi sono soddisfatto. Abbiamo provato tutte le gomme e la moto si è comportata bene. Mi sento di nuovo forte come nelle prime gare ed è davvero fantastico sentirsi così”.

Maverick Vinales ha poi proseguito parlando di gomme: “Dipende dalle condizioni meteo. La gomma media può durare sino alla fine e può garantirci un buon ritmo nei primi giri, però mi sentivo bene con la dura, domani dobbiamo fare la scelta giusta. Stiamo provando tante cose e anche quelle portate ai test a Barcellona. Ho trovato dei miglioramenti in frenata, vediamo se il tutto verrà confermato domani”.

Antonio Russo