Danilo Petrucci: “Il motore in fumo? Doveva essere cambiato”

Danilo Petrucci (Getty Images)

Danilo Petrucci è in un momento particolare della sua carriera. Al Mugello, infatti, è arrivato uno splendido podio, mentre al Montmelò è andato vicinissimo a replicare la cosa e solo una scivolata ha rovinato il tutto. Il pilota italiano sta dimostrando di essere davvero valido e le sue prestazioni a tratti stanno mettendo in imbarazzo anche Jorge Lorenzo, che con la sua Ducati ufficiale si sta ritrovando spesso alle sue spalle.

Durante le prime prove libere ad Assen, Danilo Petrucci ha firmato il miglior tempo, ai microfoni di “Sky Sport” ha così commentato la cosa: “Questa è una delle piste che mi piacciono di più, naturalmente c’è ancora tanto da fare, siamo ancora all’inizio ed è stato un turno in ogni caso complicato. C’era l’olio a terra, non sapevamo come comportarci”.

Petrucci crede di avere una buona moto

Il pilota italiano ha poi proseguito: “Abbiamo provato due moto, una più corta e una più lunga. Nel primo turno poi abbiamo avuto un problema al motore. Questo problema è stato improvviso. Era già stato deciso che a fine giornata avremmo cambiato il motore, ma l’idea era di sostituirlo integro, non certo rotto”.

Danilo Petrucci ha poi scherzato anche sulla sua stazza fisica: “Qui è molto importante la forza fisica perché bisogna spesso spostare la moto da una parte all’altra a grande velocità. Non nego che mi piacerebbe essere una decina di chili in meno. Qui ci sono anche tante accelerazioni. A livello aerodinamico stiamo messi bene”.

Insomma Danilo Petrucci sembra essere anche qui ad Assen in grado di lottare con i migliori. Gli occhi di tanti sono puntati su di lui. Per il suo futuro si è parlato soprattutto di Aprilia, ma non è detto che resti un altro anno ancora nel team Ducati Pramac. Una cosa è certa, questa potrebbe essere la stagione che gli farà finalmente spiccare il volo verso i top driver.

Antonio Russo