Jorge Lorenzo: “Speriamo di raggiungere nuove vittorie”

Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo fuori dai tracciati è molto impegnato nel sociale. Oggi per lo spagnolo è stata una giornata davvero particolare, ha ricevuto, infatti, la nomina ad ambasciatore della Fondazione Laureus, che ha lo scopo di incentivare l’integrazione sociale delle persone con varie forme di autismo. Naturalmente il pilota Ducati è stato onorato da questa sorta di investitura.

Come riportato da “AS” Jorge Lorenzo ha così dichiarato: “Da oggi in poi devo essere molto attento perché rappresento un’istituzione che aiuta migliaia di persone in tutto il mondo. Credo che lo sport mi ha dato tanto nella mia carriera, una delle cose che mi ha dato è la possibilità di avere tanta gente che mi vuole bene e credo che noi che abbiamo avuto questa fortuna dobbiamo aiutare chi ha invece difficoltà ad integrarsi”.

Grande responsabilità per Lorenzo

Il presidente della Fondazione Laureus, Gabriel Masfurroll, ha ammesso che il pilota della Ducati era un suo pallino da tempo e che era più di un anno ce lo si volevo nominare ambasciatore.

Jorge Lorenzo ha poi continuato: “Essere ambasciatore Laureus è una grande responsabilità, ma ho 30 anni e ho imparato a prendermi le mie responsabilità da piccolo. Molto tempo fa ho imparato l’importanza nell’essere ambasciatore di una scuderia, ma in questo caso il tutto è ancora più importante perché parliamo di una fondazione che fa del bene nel mondo”.

Lo spagnolo ha anche risposto ad una curiosa domanda su come vorrebbe essere ricordato al suo ritiro: “Come un pilota che ha avuto una forte disciplina nella sua carriera, che ha sempre rispettato gli avversari e ha sempre cercato di migliorare sé stesso”. Per il prossimo weekend ha poi aggiunto: “Speriamo di raggiungere nuove vittorie, questo non è facile, anche fare podio sarebbe un buon risultato. Assen è la cattedrale del motociclismo. Negli ultimi anni non mi è andata molto bene lì”.

Antonio Russo