Toto Wolff: “La nostra auto è la migliore”

Toto Wolff (Getty Images)

In casa Mercedes c’è grande euforia dopo la doppietta in Canada. Le Frecce d’argento hanno dato prova che la loro vettura è davvero valida e può giocarsela con le Ferrari. Le Rosse da par loro non sono riuscite a portare a casa grossi risultati anche a causa di un po’ di sfortuna. Tra i più felici indubbiamente Toto Wolff, che ha dovuto sopperire ad inizio stagione all’improvviso ritiro del campione del mondo Nico Rosberg.

Toto Wolff analizzando l’ultimo weekend ha così dichiarato: “Venendo dalle analisi fatte dopo Monaco, il risultato ottenuto in Canada ci ha dato davvero grande soddisfazione. Ora dobbiamo tenere questo ritmo. Questo è bello e anche molto difficile in Formula 1. L’ultima gara non conta, le società fanno una sorta di bilancio 4 volte in una anno, noi la facciamo 20 volte in pista”.

Contento del rendimento di Bottas

Il manager Mercedes ha poi continuato: “Quando incappi in una brutta giornata si prova a far cambiare le cose e noi abbiamo fatto così. Un vecchio proverbio dice che il successo è un pessimo insegnante. Ogni volta che abbiamo avuto un weekend complicato siamo tornati più forti di prima e questo la dice lunga sulle persone che lavorano in questo team”.

Toto Wolff ha anche parlato della stagione in generale: “In questa annata dove siamo così vicini tra noi è necessario avere il miglior pacchetto ad ogni gara. Sarà un campionato lungo, ci saranno fine settimana buoni e meno buoni. Lewis è nel momento migliore degli ultimi 5 anni, non solo perché ha avuto un gran weekend in Canada, ma perché sta affrontando davvero bene i momenti difficili”.

Il team principal Mercedes ha anche parlato di Bottas: “Valtteri sta facendo bene è entrato nel team all’ultimo minuto e non avremmo mai pensato che avrebbe raccolto questi risultati. Ha già fatto una pole e ha vinto una gara”.

Infine Toto Wolff si è concentrato sulla vettura: “Questa è una buona macchina anche se a volte può sembrare difficile da guidare. Questa è una cosa che dobbiamo capire e dobbiamo apprezzarne i lati positivi. La nostra monoposto è la più veloce in griglia e non la cambierei con nessun altra. In Azerbaigian hanno fatto davvero un buon lavoro e non vedo l’ora di tornarci”.

Antonio Russo