Petrucci-Pramac vicini al rinnovo. “Non sarò mai ricco”

Danilo Petrucci (Gety Images)

Danilo Petrucci dovrà presto decidere il suo destino. Il podio del Mugello e la grande prestazione in Catalunya (scivolato mentre lottava per il 4° posto) hanno alzato le quote di mercato del pilota Pramac. Dopo il preannuncio di Aprilia su un possibile addio di Sam Lowes, sembra quasi matematico supporre un avvicinamento tra le due parti italiane.

Avere una moto ufficiale è il sogno di ogni pilota della MotoGP. Ma in certi casi subentrano anche il fattore umano e tecnico. “La mia priorità è restare in Pramac – ha detto Danilo Petrucci a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Stiamo facendo un gran lavoro e anche a Barcellona ho provato fino alla fine a giocarmi il 4° posto”. E aggiunge scherzosamente: “Tanto, io ricco non lo sarò mai, vorrei però essere veloce e avere una moto capace di vincere le gare”.

Del reso facendo due conti la situazione economica non cambierebbe di molto. Il team di Paolo Campinoti offre 500-600 mila euro, Aprilia sembra pronta ad arrivare fino a 750 mila euro. Ma a Petrux interessa soprattutto il pacchetto tecnico. Ha a disposizione una Ducati ufficiale al pari di Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso. Chi potrebbe offrire di più? La casa di Noale non sembra ancora pronta per poter offrire tanto… “Per me l’aspetto umano è fondamentale, io voglio bene ai ragazzi della Pramac e della Ducati e loro ne vogliono a me”.

Il team manager Francesco Guidotti gli fa eco: “Mi spiacerebbe se andasse via. Noi offriremo il massimo e anche qualcosina di più, ma non possiamo neppure sbilanciarci troppo. In questo momento, cambiare e stravolgere equilibri è rischioso, potrebbe andargli bene ma anche no, e comunque con noi Danilo sta bene, idem noi. Entro la Germania vorremmo chiudere”. Meno di un mese per mettere la firma del rinnovo.