Rosberg non pensa più a Hamilton e risponde a Wolff

Nico Rosberg (Getty Images)

Nico Rosberg ha avuto una carriera eccellente in Formula 1. In 206 Gran Premi disputati ha raccolto 23 vittorie, 57 podi, 30 pole e 20 giri veloci. Alla fine del 2016, dopo il titolo mondiale conquistato ha deciso di lasciare per sempre il volante della Mercedes per ritirarsi. Questa scelta repentina e improvvisa ha colto di sorpresa il team tedesco che ha dovuto chiudere in fretta e furia l’accordo con Valtteri Bottas. La situazione un po’ particolare ha messo un po’ di astio tra Rosberg e la sua ex squadra.

Proprio in questi giorni Toto Wolff ha dichiarato di Nico Rosberg: “Il vero cospiratore della scuderia è colui che ora non c’è più. Cercava di usare tutte le armi a sua disposizione e molti erano giochetti psicologici messi in piedi per destabilizzare il rivale”. Insomma sembra proprio non correre buon sangue tra i due.

Mercedes facilitata dal ritiro di Rosberg

Come riportato da Bild, Nico Rosberg avrebbe replicato così alle parole di Wolff: “Io so quello che Toto pensa di me, quindi non mi interessa quello che scrive un giornale inglese”. Sulle parole di Hamilton che ha elogiato il suo duello con Vettel ha commentato: “Io non sto su internet e non ho tempo di leggere queste cose”.

Insomma a quanto pare Nico Rosberg sembra aver chiuso completamente con la Formula 1. Ora la sua vita viene spesa tra famiglia e progetti di beneficenza vari. Il pilota tedesco arriva da una stagione decisamente intensa in cui ha dato tutto pur di battere il proprio compagno di squadra Lewis Hamilton sovvertendo tutti i pronostici della vigilia.

Il ritiro di Nico Rosberg da un certo punto di vista ha facilitato la Mercedes. Indubbiamente quest’anno sarebbe stato complicato per il team tedesco gestire la situazione con un Hamilton deputato storicamente come prima guida contro un Rosberg campione del mondo in carica e quindi in grado di accampare maggiori pretese.

Antonio Russo