BMW I8, come sarà tra 100 anni? (FOTO)

BMW I8 (Facebook)

Dal 2015 BMW I8 ha fatto il suo ingresso nel panorama automobilistico mondiale. Una coupé ibrida elettrica plug-in completamente sviluppata e prodotta dal marchio tedesco. Assemblata a Lipsia, le sue dimensioni parlano di 4689 mm di lunghezza, 1942 mm di larghezza, 1298 mm di altezza, 2800 mm di passo e 1485 kg di massa.

La storia della BMW I8 affonda le proprie radici al Salone dell’automobile di Francoforte del 2009 dove è stata svelata la prima concept car di questo splendido esemplare di automobile. Equipaggiata con una batteria al litio da 7,2 kWh, si stima possa percorrere 37 km in modalità puramente elettrica e sino a 500 km coadiuvata dal motore a combustione.

Doppio motore per una super potenza

Il design, curato da Benoit Jacob, è futurismo allo stato puro. Le portiere hanno un’apertura ad ali di gabbiano e l’abitacolo è racchiuso in una cellula in plastica rinforzata da fibra di carbonio. Grande scalpore hanno fatto anche i fari della BMW I8. Questa vettura, infatti, è la prima al mondo a poter avere dei fari anteriori opzionali a laser.

Sotto il cofano della BMW I8 urla un propulsore capace di sprigionare una potenza di 131 CV con 250 Nm di coppia. A tutto ciò si aggiunge un altro motore 3 cilindri da 1500 cm³ TwinPower Turbo a iniezione diretta capace di tirare fuori 231 CV e 320 Nm di coppia, per un totale di 362 CV e 570 Nm. A bassi regimi, l’auto è supportata da un piccolo propulsore elettrico da 20 CV. La velocità massima di questa vettura è di 250 km/h ed ha un’accelerazione che va da 0 a 100 in 4,4 secondi.

La BMW I8 è futuro allo stato puro, ma non sarebbe bello poter a questo punto immaginare il futuro del futuro? Lo studio YasidDesign, famoso già per altre curiose concept car che vi abbiamo mostrato in passato, ha realizzato una visione avveniristica dell’I8. Un sorta di BMW I8 fra 100 anni, con ruote a fondo piatto, che sembrano essere un sol pezzo con la carrozzeria.

Antonio Russo