MotoGP, Yamaha prenota Zarco per il post-Valentino

Johann Zarco (©Getty Images)

Sesto in classifica a quota 75 punti, miglior rookie nella prima parte del Mondiale 2017 di MotoGP. Johann Zarco si sta rivelando un gioiello in casa Yamaha, con un podio storico a Le Mans davanti ai suoi tifosi. Sempre in lotta per le posizioni di vertice, ha esordito con una gara al comando in Qatar conclusasi con una caduta beffarda. Ma il destino sembra sorridere al campione di Cannes.

Il segreto di Zarco? Aver studiato le telemetrie di Jorge Lorenzo nella scorsa stagione. E una moto in stile 2016 che per certi versi è migliore della M1 2017 ufficiale. I vertici di Iwata non possono che essere pienamente soddisfatti. Wilco Zeelenberg in prima linea. “Ha studiato i dati di Jorge lo scorso anno – ha rivelato a Sportrider.com -. Abbiamo una moto diversa da quella dell’anno scorso e abbiamo un pilota diverso, ma quando vedo Johann a cavallo sembra di vedere Jorge. Lui è molto fluido e sta cercando di muoversi come Jorge, ha studiato i suoi dati molto bene”.

Parola del tecnico olandese che ha seguito per otto stagioni il maiorchino ora alla Ducati. E di questo passo potrebbe essere lui il successore di Valentino Rossi sulla M1 ufficiale nel 2019. “Se continua così, di sicuro. Come sapete servono garanzie, ma se è sopra o vicino al podio costantemente come pilota satellite non c’è altra soluzione”.

Con il quinto posto in Catalunya si è piazzato davanti a Rossi e Vinales. Non è la prima volta che accade in questa stagione. Come si può spiegare? Johann Zarco risponde con la sua solita umiltà. “Non ho abbastanza esperienza per analizzare questo, quindi non lo so. Ho visto che stavano lottando così ho usato il mio vantaggio e ottenuto una posizione migliore. Ma è difficile sentire una differenza sulla moto quando Yamaha fa cambiamenti. C’è bisogno di un sacco di esperienza”.

Luigi Ciamburro