Wolff: “Ferrari scaltra ad approfittare del duello Force India”

Ferrari (©Getty Images)

Dopo averle sportivamente prese in quel di Montecarlo, dove per la prima volta da tempo è apparsa incolore o comunque meno incisiva rispetto ai suoi standard, la Mercedes è tornata a dominare a Montreal con una doppietta Hamilton- Bottas che ha certamente fatto tirare un sospiro di sollievo a boss Toto Wolff, che tuttavia, nelle analisi post gara, ha voluto sottolineare come la Rossa, forse più che per merito, per fortuna, ha potuto limitare i danni di un weekend altrimenti insoddisfacente.

“Quando si vive una stagione battagliata in cui la lotta tra due team, o due piloti di primo piano è piuttosto ravvicinata, è sempre importante raggranellare qualche punto anche nelle occasioni in cui la macchina è meno performante e in Canada la Ferrari ha saputo approfittare del duello interno alla Force India scoppiato nelle ultime tornate per portarsi a casa un buon quarto posto”. Ha dichiarato il manager austriaco. “Per quanto ci riguarda abbiamo potuto contare su un’auto molto forte e quando ci si può permettere di controllare la corsa dalle posizioni migliori, è comunque un’altra storia”. Quindi sul contatto al via tra Sebastian Vettel e Verstappen ha riconosciuto: “Fossi stato al muretto Ferrari mi sarei arrabbiato moltissimo. Max è stato davvero duro. Ma la F1 ormai è così“.

Il dito di Hamilton

Diveramente dal suo capo, solidale con i giovani del Circus si è dimostrato invece il tre volte iridato Ham, che al termine del weekend al Gilles Villeneuve, ha spiegato il motivo del gesto fatto a Stroll in occasione di un doppiaggio. Un dito alzato che in molti hanno interpretato come un ringraziamento al canadese per essersi immediatamente spostato.

“Lance ha vissuto un inizio di campionato veramente complesso e per questo ha ricevuto numerose critiche. Mettendomi nei suoi panni posso capire le difficoltà nel debuttare in F1 quando si hanno appena 18 anni e tra l’altro in un momento in cui le monoposto sono totalmente diverse dalle precenti“. Il commento del driver di Stevenage. “Visto come si stava impegnando a fare bene davanti al suo pubblico di casa, mi sono sentito in dovere di farglielo notare”.