Valentino Rossi: “Morbidelli sarà un problema per tutti”

Franco Morbidelli (©Getty Images)

La grande rivelazione del Motomondiale è Franco Morbidelli, 22 anni, leader del campionato di Moto2 e allievo della VR46 Riders Academy di Valentino Rossi. Il giovane pilota romano è stato tra i primi ad accedere al Ranch di Tavullia, ha appreso i segreti dello sterrato dal nove volte campione del mondo. Dopo tre stagioni in crescendo il 2017 potrebbe essere l’anno della consacrazione, il trampolino per la MotoGP.

Il merito è anche di Valentino che ha saputo scovare e crescere giovani campioni del calibro di Luca Marini, Pecco Bagnaia, Andrea Migno, Nicolò Bulega, Franco Morbidelli. Ma come è avvenuto l’incontro con ‘Morbido’? “Conosco Franco da lungo tempo, da sette o otto anni credo. Penso che sia stato il primo pilota nella nostra accademia – ha raccontato il Dottore come riportato da Speedweek.com -. Viene da Roma. No, in realtà viene dal Brasile. Sua madre è brasiliana, il padre viene da Roma. Il padre di Franco prima era pilota di moto. Si è trasferito a Tavullia, perché voleva offrire a Franco buone opportunità per la sua carriera agonistica”.

Un rapporto di collaborazione poi divenuta amicizia grazie ai rispettivi genitori. “Il padre di Franco si è incontrato con mio padre Graziano e ha chiesto se era possibile sostenere Franco. Così ho incontrato Franco per la prima volta, il trasferimento è merito di Graziano. Molto tempo fa ha poi cominciato ad allenarsi con me e Marco Simoncelli. Ci siamo allenati a Cavallara con la 450. Da quel momento in poi siamo diventati amici”.

A distanza di pochi anni Franco Morbidelli è diventato non solo leader della Moto2, con 4 vittorie in 7 gare, ma uno dei giovani più ambiti per la classe regina 2018. “Sono convinto che Franco abbia un potenziale enorme, ha un sacco di talento. E’ capace di grandi prestazioni – ha sottolineato Valentino Rossi -. In questa stagione Moto2 può dimostrare le sue capacità. E quando ci alleniamo insieme Morbidelli è anche un grosso problema. Pertanto, credo che se arriva al Campionato del Mondo MotoGP, sarà un problema per tutti gli avversari”. E’ l’augurio di tanti tifosi italiani e non solo.