Nico Rosberg: “Non tornerò in F1”

Nico Rosberg (©Getty Images)

Qualche settimana fa il boss Mercedes Toto Wolff aveva dichiarato che non ci sarebbe stato da stupirsi se Nico Rosberg fosse tornato sui propri passi accettando di rientrare in un futuro molto prossimo nel Circus magari con la Ferrari. A provocazione lanciata, subito è arrivata la risposta del campione del mondo in carica, a sorpresa fuori dalla massima serie per dedicarsi alla famiglia, che ha subito cercato di allontanare le voci.

“No, non credo proprio. La mia carriera in F1 è davvero finita”. ha confidato alla Bild. “Sono felice e orgoglioso dei risultati ottenuti e del successo. Mi sono sentito appagato al 100%, ma fa tutto parte del passato e adesso voglio fare cose diverse”. Interrogato poi sulla possibilità di un flash in stile Button a Montecarlo, di nuovo con casco e tuta per sostituire Alonso, il 31enne ha confidato: “Non ci ho mai pensato. Probabilmente avrei rifiutato. Magari però fra qualche tempo potrei andare a correre in serie differenti”.

Per Hamilton Bottas è meglio

Non c’è Rosberg senza Hamilton ed infatti nel weekend di Montreal qualcuno ha fatto partire la sibillina questione sul rapporto dell’inglese con il neo compagno di squadra Bottas. “Il mio rapporto di lavoro con Valtteri è piuttosto diverso da quello che avevo con Nico”. Ha spiegato alla Bild il dominatore del GP di Montreal. “Con lui ci sosteniamo a vicenda e ci aiutiamo. Professionalmente si viaggia ormai ad un livello opposto al 2016. E il team è unito come non è mai stato”.

Del medesimo parere anche il direttore generale Wolff, finalmente sgravato dagli impegni emotivi e dagli stress dati da una rivalità che a tratti ha sfiorato l’insostenibile. “Per capire quale sia la loro relazione basta vedere come hanno interagito sul podio in Canada. E’ tutta un’altra cosa rispetto a quando c’era Rosberg”. Le parole dell’austriaco.