Lewis Hamilton: “Abbiamo inferto un bel colpo alla Ferrari”

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Questa volta lo si può davvero dire. In Canada Lewis Hamilton ha dominato dall’inizio alla fine. Dopo essere entrato nella storia sabato pomeriggio con una pole numero 65 che l’ha messo alla pari di Senna, l’inglese della Mercedes ha letteralmente dettato legge in tutti i 71 giri del gran premio riducendo ad appena 12 lunghezze il distacco dal leader della generale Vettel.

“Mi sembra impossibile che siano passati già sei stagioni dalla mia prima pole position e della prima vittoria su questo tracciato. Ricordo come se fosse ieri il 2007. E’ stato un weekend davvero incredibile, per cui non potrei essere più felice”. Ha dichiarato al termine della corsa. “Dopo le difficoltà di Monaco ho visto un team unito come mai in cinque anni e tutto orientato nella stessa direzione. Assieme abbiamo cercato di capire cosa non avesse funzionato con l’obiettivo di andare a Montreal e portare a casa il risultato. Ed infatti così è finita. Inoltre grazie alla doppietta, la prima da quando c’è Bottas, abbiamo inferto un gran colpo alla Ferrari in termini di classifica costruttori. E’ probabile che Valtteri sia rimasto un po’ deluso dalle sue qualifiche, però sono certo che da qui in avanti saprà raccogliere altri successi per il team e io stesso darò il 100% per incrementare il nostro vantaggio tra le marche”.

Parlando invece dei rivali del Cavallino il pilota di Stevenage ha detto: “Finora si sono dimostrati costanti e veloci. Da inizio campionato è la prima volta che sbagliano, dunque sarà molto dura batterli”.

“Per quanto ci riguarda qui abbiamo consolidato la nostra forza e adesso sappiamo dove intervenire e cosa fare in ottica Azerbaijan. Nel 2016 a Baku ero stato piuttosto rapido, soltanto che non ero riuscito a massimizzare. Speriamo possa andare meglio e che si riesca a portare le gomme nella giusta finestra di operatività dato che il fondo che troveremo sarà molto liscio”. Ha quindi considerato Lewis Hamilton.