Kimi Raikkonen: “Gara compromessa da problema ai freni”

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

Scattato da una deludente quarta piazza se si pensa che appena due settimane fa a Montecarlo aveva segnato la pole Kimi Raikkonen non è riuscito ad andare oltre la settima piazza in quel del Canada, al termine di una corsa che non l’ha mai davvero visto protagonista e caratterizzata da qualche problema tecnico per cui è stato costretto, a differenza di Vettel, a rimanere alle spalle delle più deboli Force India.

“Alla partenza sono stato rallentato dal pattinamento e ho perso qualche posizione, inoltre ho faticato parecchio a mandare le gomme in temperatura”. Ha raccontato al fine weekend il finnico. ” A quel punto abbiamo deciso di cambiare la strategia e convertirla a due soste per sfruttare le coperture fresche. In seguito con le ultra soft il passo è migliorato e sono stato in grado di avvicinarmi a mi precedeva. Sfortunatamente negli ultimi dieci giri ho accusato noie ai freni che mi hanno impedito di raccogliere i frutti della strategia”.

“Peccato ma perlomeno sono arrivato al traguardo e ho portato a casa qualche punto utile”. Ha filosofeggiato. “La vittoria era a portata? Non lo so. In questo caso le cose sono andate male. Può capitare. L’importante è essere entrato in top 10. Ora il pensiero è già alla prossima gara”. Ha concluso il driver di Espoo, attualmente quarto della generale con 68 lunghezze.

In realtà se a freddo ha cercato di farsi vedere calmo Kimi Raikkonen la pazienza l’ha persa eccome. In continuo contatto con il suo ingegnere di pista Dave Greenwood nelle tornate più complicate seguite al guasto, Iceman non capendo i messaggi, o meglio le indicazioni che gli arrivavano via radio si è lasciato andare in un Vaffa in salsa biancoazzurra. Uno sfogo che a molti a fatto pensare ad un certa sfiducia nei confronti della Ferrari, che sembra aver già letto il #5 a riferimento per la lotta mondiale.