MotoGP Catalunya: Dovizioso vince di testa e spaventa Vinales

Andrea Dovizioso (©Getty Images)

Strepitosa vittoria di Andrea Dovizioso, che bissa il successo del Mugello. Dietro di lui le due Honda ufficiali, 4° Jorge Lorenzo dopo una gara altalenante chiusa però alla grande. Notte fonda, invece, per la Yamaha, con Rossi che chiude 8° e Vinales 10°. Ora l’italiano della Ducati si è rilanciato definitivamente nella corsa al mondiale.

Il Gran Premio della Catalunya ha offerto uno degli spettacoli più belli mai visti in questa stagione di MotoGP, con addirittura 5 piloti raccolti in pochi decimi a lottare per il primato. Per larghi tratti della gara è stato Pedrosa a comandare la corsa, con Dovizioso alle sue spalle.

L’italiano della Ducati ha dato l’impressione di non voler superare Pedrosa sino al 10° giro per non strapazzare eccessivamente le gomme. Dopo il sorpasso Dovizioso ha fatto il vuoto tra sé e le due Honda ufficiali respingendo anche il ritorno di Marc Marquez.

MOTOGP CATALUNYA 2017, MONTMELÒ: ORDINE DI ARRIVO E GARA

POS # RIDER GAP
1
4
A. DOVIZIOSO
44:41.518
2
93
M. MARQUEZ
+3.544
3
26
D. PEDROSA
+6.774
4
99
J. LORENZO
+9.608
5
5
J. ZARCO
+13.838
6
94
J. FOLGER
+13.921
7
19
A. BAUTISTA
+16.763
8
46
V. ROSSI
+20.821
9
8
H. BARBERA
+23.952
10
25
M. VIÑALES
+24.189

MotoGP Catalunya 2017, Montmelò: il racconto della gara

-25- Alla partenza Jorge Lorenzo si impenna e non riesce a scattare bene e deve accodarsi a Pedrosa. Grande paura, invece, per Petrucci, che sul rettilineo si scontra con Marc Marquez, fortunatamente senza conseguenze per i due. Qualche curva dopo il capofila Ducati supera Pedrosa si mette al primo posto.

-24- Per le Yamaha è notte fonda, Valentino Rossi è 13°, mentre Vinales addirittura 15°. Intanto Petrucci dopo il contatto al via con Marquez prova a risalire la china.

-23- Dovizioso sembra avere il ritmo per stare lì davanti e tallona le due Honda. In testa continua a dettare con sicurezza l’andatura Jorge Lorenzo.

-22- Capolavoro di Valentino Rossi, che addirittura ne supera 3 in un sol colpo alla prima curva.

-20- Davanti Marquez e Lorenzo battagliano per la testa. Più dietro, invece, Valentino Rossi viaggia su ottimi tempi e comincia la sua risalita. Il Dottore supera anche Zarco e si porta 9°. Marquez si inventa alla penultima curva un sorpasso su Lorenzo con la moto che scoda tanto, che entra in crisi e in poche curve si fa superare anche da Pedrosa e Dovizioso.

-19- Tonfo di Lorenzo, che prima viene superato da Folger e poi anche da Petrucci. Dopo il sorpasso subito da Marquez, lo spagnolo della Ducati sembra in confusione e non ne indovina una.

-18- Il motore di Aleix Espargaro va in fumo ed è costretto a ritirarsi. Davanti, invece, Pedrosa, Dovizioso e Marquez si sorpassano a ripetizione tra loro.

-16- Jorge Lorenzo perde un’altra posizione, con Bautista che lo supera. Poco dietro Valentino Rossi si lascia scavalcare da Zarco.

-12- Vinales 13° prova a limitare i danni, ma è in affanno. Davanti, invece, Dovizioso dà l’impressione di non voler affondare il colpo ai danni di Pedrosa. Miller, che era 10° finisce nella ghiaia. Malinconicamente Iannone è 16°.

-10- Il copione è sempre lo stesso. Sul rettilineo Dovizioso affianca Pedrosa, ma poi sembra frenare prima per non superarlo. Dietro, invece, Rossi, 9°, entra in crisi con la gomma e comincia a perdere da Lorenzo.

-9- Stesso punto, stessa scena o quasi, questa volta Dovizioso tenta il sorpasso sul rettilineo, ma non lo abortisce e si piazza davanti a Pedrosa. Il pilota della Ducati sembra averne di più e prende un certo vantaggio sulle due Honda.

-8- Marquez affonda su Pedrosa e lo supera per provare ad inseguire Dovizioso. Dietro per Rossi sembra di rivedere la gara di Jerez, il Dottore è in crisi, i suoi tempi sono alti. Davanti a lui Zarco e Bautista si superano più volte.

-5- Jorge Lorenzo riesce a risalire sino alla 6a posizione superando Zarco e Bautista. Dietro, invece, Vinales è 11° e prova a superare Barbera.

-4- Scatenato Lorenzo, che supera prima Folger e poi Petrucci e si prende la 4a posizione. Lo spagnolo nel finale è tra i piloti più veloci in pista. Gara enigmatica la sua.

-2- Danilo Petrucci 5° e protagonista di una bella gara casca a terra e getta al vento una buona occasione. Davanti Dovizioso fa il vuoto tra sé e Marquez, con lo spagnolo che molla definitivamente. Dietro le due Yamaha ufficiali sono 8° e 10°, per il team di Iwata è notte fonda.

-1- Andrea Dovizioso bissa il successo del Mugello e si rilancia definitivamente nella lotta al mondiale.

Antonio Russo